Percorso:ANSA.it > Photostory Spettacolo > News

Chronicle, le foto del film

Gia' piccolo cult, il film esce il 9 maggio. Si lavora al sequel

08 maggio, 12:23

Correlati

Chronicle, le foto del film

di Francesca Pierleoni

Mentre The Avengers, con la squadra di supereroi Marvel, ha gia' conquistato la vetta del box office anche in Italia, arriva nelle nostre sale il 9 maggio il suo contraltare piu' dark e 'indie' diventato gia' un piccolo cult, amato da pubblico e critica. E' Chronicle, mix di mockumentary (finto documentario), fantascienza e superhero movie, opera prima di Josh Trank, coautore anche del soggetto con un figlio d'arte talentuoso come Max Landis (il padre e' il regista John Landis, ndr), che ha firmato la sceneggiatura.

Protagonisti della storia sono tre adolescenti, per i quali acquisire superpoteri per caso, si trasforma, piano piano, in un incubo. Il film, costato solo 15 milioni di dollari, pur non avendo attori famosi (fra gli interpreti ci sono Dane DeHaan, Michael B. Jordan, Alex Russell e Michael Kelly), ha incassato solo negli Usa oltre 64 milioni di dollari, e 58 milioni finora nel resto del mondo, per un totale di oltre 123 milioni.

Un risultato che ha portato la 20th Century Fox, che distribuisce Chronicle, a chiedere a Landis di scrivere il sequel, mentre il 27enne Trank e' gia' stato ingaggiato per dirigere la sua prima superproduzione, il fantascientifico The Red Star. Landis, 26 anni, incluso dalla rivista Forbes tra i 30 personaggi sotto i 30 anni da tenere d'occhio nel mondo dello spettacolo, autore di sceneggiature da quando di anni ne aveva 16 (ne ha scritte piu' di 50) e attualmente impegnato in una decina di progetti con diverse case di produzione, ha spiegato che Chronicle e' stato scritto come ''antidoto a tutti gli altri film sui supereroi''. Si vuole mostrare che ''un film su persone con i superpoteri puo' essere diverso da come li hanno fatti finora - ha detto a Comicbookmovie.com -. Puo' essere anche incentrato sui personaggi. Chronicle non e' certo Stephen King, ma ha una profondita' che questi film di solito non hanno''.

Girato in stile 'found footage' (un finto documentario fatto con filmati apparentemente ritrovati e messi insieme), mette in scena tre liceali Andrew (Dane DeHaan), solitario e timido, suo cugino Matt (Alex Russell), piu' socievole e popolare a scuola e l'amico Steve (Michael B. Jordan). Insieme si avventurano in un cratere scoperto in una foresta e qui trovano uno strano strumento alieno, che li investe di straordinari superpoteri, dalla capacita' di volare alla telecinesi, sollevare, spostare e distruggere oggetti con la mente.

Dopo l'euforia per il nuovo status, fra scherzi e avventure, la situazione precipita. Andrew con i superpoteri diventa sempre piu' aggressivo e violento, costringendo gli altri i due amici a combatterlo. L'idea di supereroi loro malgrado ricorda la serie britannica diventata un successo anche all'estero Misfits, su ragazzi costretti ai servizi sociali che acquistano misteriosamente poteri incredibili. Trank pero' spiega di aver saputo della serie solo dopo che il film era in fase di casting: ''Non l'ho guardata durante le riprese per non farmi influenzare, ma a film finito l'ho vista tutta e ora sono un grande fan''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA