Percorso:ANSA.it > Speciali > News
Milano Moda Uomo Tutti i titoli

Colore e gambe nude per l'estate

27 giugno, 14:44

Correlati

Speciali

Un modello di Ferragamo a Milano Uomo Un modello di Ferragamo a Milano Uomo
Colore e gambe nude per l'estate

di Roberta Filippini

Ancora colore, anche nell'estate 2013? Pare proprio di sì, gli uomini se ne andranno in giro tinteggiati in modo vivace ma, come sempre, se vorranno essere solo grigi, neri o blu, nessuno avrà a che ridire, anzi saranno considerati più avanti degli altri. La moda infatti gira come una ruota e Milano Moda Uomo, che chiude i battenti stasera, con una cinquantina di sfilate e una trentina di presentazioni, dovrebbe aver fatto il punto sulle novità maschili per la prossima primavera-estate. C'é una prima tendenza, purtroppo brutta. Gli italiani comprano poco e di acquistare capi di moda pare non abbiano molta intenzione (semmai qualcosa ai saldi). Il che vuol dire che fanno buoni affari solo i negozi monomarca, quelli dei brand conosciuti all'estero, ma solo quelli piazzati al centro delle città di grande flusso turistico straniero.

Per il resto, è una morta gora: i negozi plurimarche, anche se fanno una straordinaria ricerca per scovare cose nuove da proporre accanto allo chic blasonato, sono molto pessimisti, soprattutto nelle piccole medie città italiane dove la borghesia anche danarosa ha smesso di spendere con facilità. Con questa triste premessa, che si teme non venga smentita nel 2013, la moda uomo ha fatto quello che poteva. Innanzitutto una bella cura vitaminica di colore, anche se rischia il sovraddosaggio: quindi giacche fragola e pantaloni pistacchio, trench zafferano e borsoni baiadera. Per non parlare delle scarpe: mocassini a tinte caramella un po' dappertutto, vivaci derby bicolori e alte suole a tinte accese. Inutile dire che la stampa in questo contesto fa da reginetta: camicie di seta con i pupi siciliani, fiori e palmette più o meno stilizzati, una serie di piccoli motivi geometrici che ormai gli uomini non portano più solo sulle cravatte ma anche sulle giacche.

Se questa è la tendenza maggioritaria, si fa notare invece un filone minoritario, quasi originale dati i tempi, che punta sulle nuances pacate, sui marroni bruciati, sui quasi neri e sui blu sbiaditi, sui bianchi e i celesti da sistemare addosso insieme con blazer sabbia e spolverini grigi, diritti, essenziali. Nonostante il colore, la parola d'ordine è rigore, almeno nelle linee asciutte dei pantaloni, spesso corti alla caviglia, da mostrare sempre senza calze: e questo è un vero must, anche per le stringate grosse e cittadine, da portare - va detto - perfino sotto calzoni corti o cortissimi. Preparatevi infatti almeno psicologicamente, perché l'estate 2013 sarà una vera esibizione di quadricipiti villosi (Armani consiglia la depilazione per i bruni mentre i biondi potranno tenersi il pelo). Non c'é marchio che non abbia presentato shorts o almeno bermuda, debitamente accostati a giacche mono e doppiopetto. Perché anche questo va segnalato, la giacca sarà fondamentale, colorata, slavata, di nylon seta o pelle traforata, con o senza camicia sottostante. A proposito di camicie, andranno molto quelle da infilare per la testa, come t-shirt, di cotone, di lino o di seta.

Contro le bizze del tempo, anorak leggeri come paracadute, trench gommati e spolverini in fresco di lana double e soprattutto accessori dove riporre l'ombrello insieme con i-Pad e documenti: l'uomo infatti ha ormai ceduto al fascino della borsa e del borsone, ma anche della sporta da shopping e del borsetto a mano, e per lui sono pronte versioni preziose in pitone e alligatore. Ma la tendenza che più di tendenza sarà una certa parità modaiola tra i generi. Il maschile e il femminile si sono incontrati su molte passerelle milanesi, con gli stessi vestiti. Non era infatti solo la presenza di un paio di modelle volte a ravvivare - come sempre accade - l'atmosfera noiosa della moda uomo, ma una vera e propria tendenza unisex. Si è scoperto, per chi se lo era voluto dimenticare, che le giacche da uomo stanno bene alle donne, e che lo stesso vale per quasi tutti i capi spalla, per non parlare dei pantaloni, asciutti o con pinces, che spesso hanno solo bisogna di una verifica della taglia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA