Percorso:ANSA.it > Protagonisti > News

Fabio Capello

Duro e vincente con titoli in campo e in panchina, Don Fabio vuol lasciare segno anche da ct

26 luglio, 19:06
Fabio Capello
Fabio Capello
Fabio Capello Una carriera lunga e proficua da calciatore, un'altra parimenti di successo da tecnico. In quasi 50 anni di calcio - ha debuttato a 18 anni con la Spal, nel 1964 - Fabio Capello si è preso tutte le soddisfazioni possibili, ma il gusto della sfida non lo ha abbandonato e ora, chiusa senza l'esperienza Inghilterra, ha accettato l'incarico di portare la Russia tra le grandi del calcio. Nonostante i ricchissimi ingaggi offertigli da squadre di club, Capello ha ammmeso di aver preferito ripetere l'esperienza da ct, anche per dimostrare agli stessi inglesi - lui, l' italiano che firmò la prima vittoria azzurra a Wembley - che l'averlo lasciato andare via quasi alla vigilia dell'Europeo è stata "un'ingiustizia". La scelta di sedere sulla panchina della Russia rispetta il carattere dell'uomo: duro, serio e vincente. Proprio quel carattere ha permesso ad un ragazzino nato subito dopo la guerra a Pieris (Gorizia) di costruirsi una carriera straordinaria. Nel 1967 si trasferì da Ferrara alla Roma, con cui due anni dopo vinse il suo primo trofeo, la Coppa Italia. Era il 1969 e Capello passò alla Juventus, dove cominciò una lunga stagione di vittorie: tre scudetti (1972, '73 e '75) e una maglia in Nazionale. E proprio in azzurro, il 14 novembre 1973, segnò il gol dello storico 1-0 a Wembley. Capello rimase alla Juve fino al 1976, poi andò al Milan dove chiuse la carriera nel 1980 dopo aver vinto Coppa Italia nel 1977 e scudetto nel 1979. E dove, poi, comincerà quella di allenatore (prima panchina nel 1987, nelle ultime cinque partite della stagione). Quindi si convertì come manager per seguire le attività dell'allora Polisportiva Milan voluta da Silvio Berlusconi. Tornò in panchina, sempre con il Milan, per un ciclo di vittorie fra il 1991 ed il 1996: fu un periodo ricco di successi con quattro scudetti (tre consecutivi) e una Champions League. Prima esperienza all'estero nel 1996, al Real Madrid: arrivò dal Milan e vinse subito il campionato. Al termine della stagione di nuovo al Milan, che però concluse al decimo posto. Dalla stagione 1999/2000 Capello diventò allenatore della Roma portandola nel 2001 al terzo scudetto della storia e nella stagione seguente alla Supercoppa Italiana. Poi, nel 2004, tra polemiche infinite, diventò allenatore della Juve. Alla prima stagione vinse il campionato. Successo bissato l'anno dopo: sono i due scudetti che la giustizia sportiva revocherà dopo lo scandalo Calciopoli. Da Torino Capello tornò di nuovo a Madrid, ma la nuova esperienza durò una stagione. Giusto comunque il tempo per riportare le 'merengues' a vincere il campionato. Ma il titolo non lo salvò dal primo e unico esonero in carriera. La FA lo chiamò nel dicembre 2007. Per Capello cominciò un rapporto lungo ma pieno di alti e bassi: prima osannato per la fama di duro e vincente e la professionalità, poi considerato l'uomo dell'agognato Mondiale sull'onda di una qualificazione trionfale a Sudafrica 2010. Capello finì però sotto accusa per il flop nel torneo più atteso, e per di più contro la rivale di sempre, la Germania. Un epilogo che sembrava dover chiudere l'avventura sulla panchina dei Tre Leoni, prima della riconferma. Dopo aver conquistato la qualificazione a Euro 2012 a suon di vittorie, a febbraio rassegnò le dimissioni dopo la decisione della Federazione di togliere la fascia di capitano a John Terry accusato di insulti razzisti. Duro e determinato, pronto ora a dimostrare di essere sempre vincente.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni