Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Finlandia-Olanda, no acquisti su secondario da Esm

Berlino, Merkel delusa da Monti? Contano risultati

02 luglio, 16:32
Draghi, Merkel, Monti
Draghi, Merkel, Monti
Finlandia-Olanda, no acquisti su secondario da Esm

ROMA  - L'Olanda e la Finlandia ribadiscono la loro contrarietà a che il fondo salvastati Esm acquisti titoli di stato dei paesi in difficoltà sul mercato secondario, punto oggetto di controversie al vertice Ue della scorsa settimana. Secondo Helsinki "nel vertice non si è raggiunto un consenso unanime sull'argomento e la Finlandia è fra gli stati che si oppongono all'acquisto dei bond sul secondario". Secondo un portavoce del ministero delle finanze olandese si valuterà caso per caso ma è necessaria l'unanimità dei paesi.

BERLINO, MERKEL DELUSA DA MONTI? CONTANO RISULTATI
- "Nel vertice di Bruxelles sono state prese decisioni importanti, concrete". Lo ha detto il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert a Berlino. Seibert ha aggiunto che "i nostri principi sono stati mantenuti"."Non è stato creato nessun nuovo strumento per la ricapitalizzazione diretta delle banche". Ha detto Steffen Seibert. "Non esiste nessun automatismo", ha aggiunto spiegando i diversi passaggi necessari per arrivare alla ricapitalizzazione delle banche."Ci sono ancora condizioni che gli Stati sono tenuti a rispettare", ha detto Seibert rispondendo a una domanda sulla possibilità di una ricapitalizzazione diretta delle banche attraverso l'ESM.La cancelliera Angela Merkel è rimasta delusa o sorpresa dalla trattativa svolta da Mario Monti? "Per il governo tedesco contano i risultati", ha risposto il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert a Berlino. Seibert ha ribadito che "al vertice si sono prese decisioni importanti coerenti con la linea tedesca.

di Enrico Tibuzzi

Passata l'euforia per il successo politico conseguito dalla nuova alleanza Roma-Parigi-Madrid, smaltita l'ebbrezza con cui i mercati lo hanno accolto, per il pacchetto di misure salva-euro concordato dal vertice Ue di Bruxelles arriva il momento di passare dalle parole ai fatti e superare l'esame del 'giorno dopo'. I riflettori sono puntati su lunedì nove luglio, data entro la quale - come si legge nella dichiarazione diffusa al termine del summit dei leader dei 17 Paesi della zona euro - i ministri delle Finanze dell'Eurogruppo dovranno dare attuazione alle decisioni prese nella notte tra giovedì e venerdì scorsi. Nel corso della prossima settimana gli 'sherpa' dei 17 lavoreranno quindi per mettere a punto i meccanismi in base ai quali attivare, in modo "flessibile ed efficace", i fondi salva-Stati Efsf e Esm per "stabilizzare i mercati" a beneficio dei Paesi virtuosi sotto pressione (leggi Spagna e Italia). Ma anche definire il memorandum d'intesa per concedere gli aiuti necessari alla ricapitalizzazione delle banche spagnole in crisi. E indicare con chiarezza quale strada seguire per creare entro l'anno quel meccanismo di vigilanza unico sulle banche propedeutico a interventi diretti dell'Esm per la ricapitalizzazione degli istituti in difficoltà. "Il diavolo si nasconde nei dettagli", sottolineano oggi numerosi e autorevoli esperti riferendosi ai problemi che potrebbero emergere in questa fase negoziale. E lo stesso premier Mario Monti si è mostrato molto cauto riconoscendo che, nonostante le decisioni prese, lo 'scudo' eretto per proteggere l'Eurozona potrebbe non bastare.

Sicuramente il risultato del vertice europeo ha segnato un cambio di passo nella strategia con cui affrontare la crisi e ha consentito di guadagnare tempo prezioso rispetto a una speculazione che gioca sull'aumento degli spread. Ma la tregua - è l'avvertimento che giunge da più parti - potrebbe non durare a lungo. Anche perché a raffreddare gli entusiasmi, oltre alle dichiarazioni di un'Angela Merkel e di altri esponenti della Cdu, sono arrivate anche quelle del premier olandese Mark Rutte (spesso su posizioni ancora più rigoriste rispetto a quelle tedesche). Il quale ha sottolineato che, contrariamente a quanto chiesto dall'Italia, non ci saranno né "acquisiti diretti di titoli di Stato sul mercato secondario" né la fissazione di un "plafond" massimo per i tassi d'interesse. Sull'efficacia dello scudo anti-spread anche il professor Paul de Grauwe, della London School of Economics, resta scettico. Soprattutto a causa della limitatezza delle risorse a disposizione: 500 miliardi di euro rispetto ai 1900 miliardi del debito pubblico italiano e ai 700 di quello spagnolo. "La grande assente - sentenzia de Grauwe - continua a essere la Bce", unica istituzione veramente in grado di spegnere l'incendio della crisi grazie alla sue risorse illimitate. Un problema che l'Italia vorrebbe superare conferendo all'Esm la licenza bancaria e quindi la possibilità di approvvigionarsi presso la Bce. Una questione che potrebbe riemergere nei prossimi giorni, quando sarà anche sottoposta alla verifica dei mercati la reale portata 'stabilizzatrice' delle decisioni prese dal vertice Ue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni