Percorso:ANSA.it > Politica > News

Sindaci sul piede di guerra: manifestazione il 24 al Senato

Comuni e Regioni, no ai tagli

13 luglio, 20:29
Anci: sindaci contro la spending review
Anci: sindaci contro la spending review
Sindaci sul piede di guerra: manifestazione il 24 al Senato

di Paolo Teodori

La  spending review non piace ai Comuni e i sindaci passano al contrattacco con una manifestazione che si terrà il 24 luglio di fronte al Senato, gestita dal Comitato direttivo dell'Anci ma aperta alla partecipazione di tutti i primi cittadini del Paese. Il cambio di rotta è maturato nei giorni scorsi e reso noto oggi al termine dei lavori di un Ufficio di presidenza dell'Associazione. Dure le parole del Presidente Graziano Delrio: "la sforbiciata prevista dal decreto è un'operazione fatta sulla carne viva dei Comuni - ha affermato - peraltro a 4 mesi dalla chiusura dei bilanci". Aspro anche il giudizio di Gianni Alemanno, che ha confessato di non capire l'entusiasmo dei parlamentari verso il provvedimento, soprattutto di quelli Pdl. Ma per il ministro Giarda il taglio sugli enti locali è pari soltanto al 3% del totale della spesa.

Sulla manifestazione del 24 Delrio ha parlato chiaro nel corso di una conferenza stampa indetta all'improvviso nella mattinata di oggi: "serve un deciso cambio di passo per far capire ai parlamentari che, oltre ai tagli lineari, la sforbiciata a Sanità e Trasporto pubblico locale già gravano fortemente sugli Enti Locali". Non a caso infatti i sindaci martedì mattina chiederanno di incontrare il presidente del Senato Renato Schifani e soprattutto avviare un dialogo di chiarimento con i parlamentari. "Come sindaci non capiamo il giudizio positivo dato dalle forze politiche al decreto varato dal governo sul taglio dei costi", ha chiarito Delrio. Sui tagli ha poi aggiunto che "i Comuni nutrono fortissime perplessità sul metodo, pur condividendo la volontà del governo di azzerare gli sprechi e le inefficienze". Però, ha esortato, "bisognerebbe lavorare sui costi standard e invece verranno effettuati tagli lineari sul 23% della spesa corrente dei Comuni, taglio che equivale a un quarto del bilancio dei Comuni e che si aggiunge agli 8 miliardi di riduzione già operata nel corso degli ultimi due anni. Il quadro invece è ancora peggiore se confrontiamo il periodo 2007-2013, nel quale - ha puntualizzato Delrio - il contributo dei Comuni è stato pari a 22 miliardi di euro".

Dritto al sodo anche il sindaco di Roma e presidente del consiglio dell'Anci Gianni Alemanno, secondo il quale "la manovra sulla spending review è ambigua e non si capisce dove sono i tagli agli sprechi" e quindi "il rischio è che migliaia di Comuni vadano in default". Poi, in vista della manifestazione ha aggiunto che "i parlamentari devono mettere a punto gli emendamenti necessari per cambiare e, per quanto mi riguarda, ho già comunicato ai parlamentari del Pdl che l'entusiasmo mostrato verso un decreto fortemente generico e penalizzante per i Comuni è fuori luogo. Si tratta - ha concluso - di una falsa spending review". Sul fronte delle Regioni è invece iniziato oggi un confronto in sede tecnica tra Regioni e Governo che, dopo il faccia a faccia di ieri sera a Palazzo Chigi, ha avviato l'esame sulla Sanità. "Oggi mi è stato consegnato un grande plico con tanti numeri - ha spiegato il governatore della Toscana Enrico Rossi - e ciò significa che i tagli sono stati decisi prima e non a valle della Spending review".

A buttare acqua sul fuoco pensa il ministro per i Rapporti col Parlamento, Piero Giarda, per il quale, ha riferito oggi da Radio Rai, i tagli agli enti locali ammonterebbero solo a circa 7,5 miliardi, "pari al 3% del totale della spesa, cosa certamente non piacevole, ma si tratta sempre solo del 3%". Giudizio lusinghiero poi del titolare della Salute, Renato Balduzzi, per il quale il decreto sulla spending review "é migliorabile in Parlamento ma segna una svolta per la metodologia con cui sono stati fatti gli interventi"

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni