Prima pagina: Ansa.it Agenzia ANSA
Giochi Olimpici 2012 Live!Giochi Olimpici 2012 Live!

Videogallery

Fotogallery

La storia dei giochi olimpici

La storia delle Olimpiadi

ANSA > Giochi Olimpici 2012 > La storia delle Olimpiadi > News

La storia delle Olimpiadi

Da Connolly, studente britannico vincitore nel 1896 del triplo ad Atene, alla drammatica e indimenticabile maratona di Londra di Dorando Pietri

I loghi delle Olimpiadi
I loghi delle Olimpiadi

LA GRAFICA INTERATTIVA

Da Connolly, studente americano vincitore nel 1896 del triplo ad Atene e passato alla storia come prima medaglia d'oro dell'era moderna, alla drammatica e indimenticabile maratona di Londra di Dorando Pietri. Dagli ori di Owens a Berlino davanti a Hitler ai magici 200 metri di Berruti a Roma, dai sette ori di Spitz e all'attacco terroristico a Monaco al doping di Ben Johnson a Seul. E poi i boicottaggi, le proteste (prime fra tutte il pugno nero alzato sul podio di Messico '68 da Smith e Carlos), fino al Muhammad Ali' malato che con mano tremante accende il tripode di Atlanta e commuove il mondo. Tanti i flash, i momenti di gloria di oltre cento anni distoria a cinque cerchi.

Una lunga cavalcata nel segno dello sport e della pace fra i popoli nata dall'idea di un nobilefrancese, il barone Pierre de Coubertin. Appassionato della storia dell'antica Grecia, il pedagogo francese alla fine del19/o secolo, penso' di proporre una versione moderna dei Giochiche, dal 776 avanti Cristo al 393 dopo Cristo, avevano rappresentato un'occasione di confronto, non solo sportivo. L'idea comincio' a diffondersi in Europa: archeologi francesie tedeschi, lavorando attorno alle rovine di Olimpia, riportarono alla luce il vecchio stadio, i luoghi sacri dove venivano celebrate feste in onore di Giove.

Il 25 novembre 1892,a 29 anni, Pierre de Fredi, barone de Coubertin, lancio' il suo appello e quasi due anni piu' tardi (23 giugno 1894) a Parigi, durante il primo congresso olimpico, al quale parteciparono 15 membri, propose di far rinascere i Giochi e lancio' quello che e' ancora oggi il motto del Comitato Olimpico Internazionale(Cio): citius, altius, fortius (piu' veloce, piu' alto, piu'forte). Naturalmente, come prima sede, fu scelta Atene. Il progetto prese forma nel 1896 con il nome di ''Giochi olimpici''. La cadenza sarebbe stata di 4 anni, seguendo il calendario lunare dell'antica Grecia. Un greco, Demetrios Vikeles, al quale de Coubertin succedette nel 1896, fu designato presidente del Cio. Degli olimpionici antichi, resta il ricordo dei piu' celebrati: Koroibos, il primo vincitore nel 776 A.C., Milone di Crotone che, nel 472 A.C.,vinse sei gare. I Giochi conservarono il loro prestigio neisecoli anche se il successivo dominio romano ne muto'l'identita'. Ci fu spazio per barbari e gladiatori. Tiberio, futuro imperatore, fu il primo barbaro a vincere un titolo.

Lamano di Teodosio, imperatore romano cattolico ostile alle manifestazioni pagane, pose fine ai Giochi dell'antichita'. Nel 393 d.C. ne decreto' la soppressione e la stessa Olimpia venne parzialmente distrutta da Teodosio II, prima che un terremoto completasse l'opera.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fotoracconti