Prima pagina: Ansa.it Agenzia ANSA
Giochi Olimpici 2012 Live!Giochi Olimpici 2012 Live!

Videogallery

Fotogallery

La storia dei giochi olimpici

Primopiano

ANSA > Giochi Olimpici 2012 > Primopiano > News

Londra 2012: Di Martino non partecipera'

Lo ha ufficializzato il Coni sul suo sito

Antonietta Di Martino
Antonietta Di Martino

ROMA - Antonietta Di Martino non prenderà parte ai Giochi Olimpici di Londra. La saltatrice in alto delle Fiamme Gialle ha reso nota la sua decisione attraverso il marito, Massimiliano Di Matteo, che da quattro stagioni è anche il suo allenatore. La scelta, maturata in seguito ai risultati degli esami sostenuti presso la clinica ortopedica di Pavia (e della visita effettuata dal professor Franco Benazzo), è frutto delle condizioni fisiche in cui l'azzurra versa dopo l'infortunio patito in allenamento a Tenerife a fine aprile.

"Non è andata come avrebbe dovuto - è il commento del marito-coach Di Matteo -. Per quanto ci riguarda, abbiamo seguito il protocollo di riabilitazione alla lettera: Antonietta si è impegnata per 45 giorni presso la Scuola di Formia, lavorando duramente per poter tornare efficiente ed essere all'Olimpiade. In realtà, un problema al ginocchio della gamba di stacco ha preso il sopravvento su quello muscolare che era stato diagnosticato, peggiorando la situazione". "E' una vera e propria mazzata per Antonietta, anche se lei, da credente, si rende conto di come, nella vita, le disgrazie siano altre", sottolinea Di Matteo. Nel clan della saltatrice campana non c'é voglia di fare polemiche, ma Di Matteo ha qualcosa da puntualizzare, perché questo forfait brucia troppo. "Dati alla mano, Antonietta deve alzare bandiera bianca - dice a Sky Sport 24 -.

Dispiace molto, anche perché c'é stata non poca superficialità nell'affrontare questo infortunio. Dopo l'infortunio a Tenerife, era stata diagnosticata ad Antonietta una semplice lesione muscolare al flessore della gamba sinistra. Purtroppo, però, non era stato diagnosticato il problema principale e così si è arrivati ad una grande e problematica infiammazione". "C'é stata superficialità ed approssimazione nell'affrontare il problema - dice ancora il marito-allenatore della Di Martino - nei confronti di un'atleta che, come Antonietta, ha dato molto allo sport italiano e non meritava tale trattamento. Speriamo di ricevere presto delle scuse. Ciò non darà a mia moglie il piacere di tornare alle Olimpiadi; ma almeno le allevierà il dolore di questi giorni".

E' un conto aperto, quello della Di Martino con l'Olimpiade. Mancata quella di Atene 2004 per i numerosi infortuni patiti nel biennio precedente, la cavese, seppur reduce dall'argento iridato 2007, incappò, a Pechino 2008, in una performance non soddisfacente (fu decima). Da lì, il cambio nella conduzione tecnica, con il marito nel ruolo di allenatore. Ora il sofferto no a Londra. La squadra azzurra perde una delle sue pedine chiave, l'atleta più titolata nel biennio 2011/12 (oro europeo indoor a Parigi, bronzo mondiale outdoor a Daegu, argento mondiale indoor a Istanbul). A poco più di tre settimane dal via delle gare (l'atletica è in programma dal 3 al 12 agosto), i convocati della squadra azzurra di atletica passano da 39 a 38 unità (19 uomini e 19 donne).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fotoracconti