Percorso:ANSA > In Viaggio > Benessere > Immersioni, al top parco sommerso Baia

Immersioni, al top parco sommerso Baia

Il sito italiano indicato da Travel&Leisure come uno dei più interessanti per i sub

27 agosto, 10:24
Il Parco archeologico sommerso di Baia a Pozzuoli (Foto: Centro Sub Campi Flegrei) Il Parco archeologico sommerso di Baia a Pozzuoli (Foto: Centro Sub Campi Flegrei)

Il Parco archeologico sommerso di Baia a Pozzuoli al top fra i siti più interessanti per le immersioni in luoghi 'speciali' come quelli in cui si trovano antiche rovine, relitti delle grandi guerre e perfino opere d'arte. A stilare la classifica è il sito americano Travel&Leisure che mette il sito italiano in testa alle immersioni più 'cool' del pianeta.

Non solo barriere coralline, specie variopinte di pesci o il brivido di incontri 'ravvicinati' (ma in sicurezza) con gli squali: mari e oceani custodiscono anche attrazioni che non sono opera di madre natura ma recano la firma dell'uomo. È il caso del Parco archeologico di Baia appunto, una passeggiata in una sorta di Pompei sommersa. Accessibile anche con immersioni di difficoltà bassa, l'area comprende resti di un intero complesso termale, la Villa dei Pisoni del I secolo a.C., la villa a Protiro con i suoi mosaici di piastrelle bianche e nere.

Travel&Leisure cita anche un altro sito italiano, quello dello specchio d'acqua antistante l'abbazia di San Fruttuoso, tra Portofino e Camogli in Liguria, dove si trova il Cristo degli Abissi, posta a ricordo dei morti in mare e di quanti al mare hanno dedicato la propria vita. La statua vi fu posata nel 1954 per iniziativa di Duilio Marcante ed è diventata una delle immersioni più famose del mondo. Ogni anno, alla fine di agosto, nella baia si svolge una cerimonia con la benedizione delle acque, la processione alla luce delle torce, l'immersione dei subacquei che raggiungono il Cristo e vi depongono una corona di alloro.

Per i provetti sub le opzioni indicate dal sito americano sono tante in tutto il mondo. C'è il Museo d'Arte subacqueo di Cancún, in Messico, dove ammirare in muta – o in alternativa in barca con fondo trasparente – oltre 400 opere dello scultore britannico Jason de CairesTaylor che coralli e abitanti del mare ormai stanno rimodellando. Si trova invece a 25 metri sotto il Mare cinese orientale il controverso e misterioso monumento di Yonaguni, scoperto per caso nel 1987 da sub che monitoravano squali martello. Si tratta di una formazione che assomiglia a una piramide la cui origine però non è ancora chiara: per alcuni studiosi si tratta di un'opera ancestrale dell'uomo, per altri è una formazione geologica naturale anche se rara.

Sott'acqua si può trovare perfino un ufficio postale, nel santuario marino di Hideaway Island a Vanuatu. La notizia è che "l'ufficio" funziona: per 4 dollari si può inviare una cartolina 'water proof' in tutto il mondo. Chi ama l'atmosfera 'sub' può anche decidere di soggiornare nel Jules Undersea Lodge, in Florida. Si tratta un'ex stazione di ricerca sottomarina degli anni Settanta adibita ad albergo. Vi si organizzano anche matrimoni: location unica assicurata. Se gli abissi sono la vostra passione farà al caso vostro anche il ristorante sottomarino Ithaa alle Maldive.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA