Percorso:ANSA > In Viaggio > Cultura > Degas, dal museo d'Orsay 80 capolavori a Torino

Degas, dal museo d'Orsay 80 capolavori a Torino

Dal 18 ottobre al 27 gennaio 2013 alla promotrice belle arti Torino

20 luglio, 16:03
MOSTRE: 'DEGAS. CAPOLAVORI DEL MUSEE D'ORSAY' MOSTRE: 'DEGAS. CAPOLAVORI DEL MUSEE D'ORSAY'

Ritratto di famiglia, Jeantaud, Linet, Lainé, L'orchestra dell'Opera e la scultura Piccola danzatrice di quattordici anni sono alcune delle 80 opere della mostra "Degas-Capolavori del Museo d'Orsay" che verranno esposte dal 18 ottobre al 27 gennaio 2013 presso la Palazzina della Società Promotrici delle Belle Arti a Torino. Le opere, che provengono dal Museo d'Orsay di Parigi, confermano la collaborazione tra la capitale francese e Torino e garantiscono scambi duraturi tra le due città.

 

Tra i capolavori di Degas che saranno esposti da questo autunno per gli appassionati, non ci saranno solo quadri ma anche disegni e sculture. Si potranno ammirare tutti i temi della sua straordinaria produzione: l'ambiente familiare, l'esperienza italiana, il mondo parigino degli artisti, della musica e del caffé, il paesaggio, i cavalli, le ballerine e il nudo femminile. Due straordinari ritratti aprono la mostra: l'Autoritratto del giovane artista e quello del nonno Hilaire de Gas.

All'esperienza italiana di quegli anni si collega anche l'eccezionale presenza in mostra di Ritratto di famiglia (La Famiglia Bellelli, 1858-1869), opera che solo in rarissime occasioni ha lasciato il museo parigino, anche per le sue considerevoli dimensioni (2 x 2,5 metri). Si tratta di uno dei capolavori più conosciuti e apprezzati dell'intera opera di Degas. Seguono altri splendidi ritratti di familiari come Marguerite de Gas. Molta della attività iniziale di Degas è dedicata alla copia dei grandi maestri del passato, tra cui anche Duerer, Rembrandt, Goya, mentre tra gli artisti del suo tempo guarda soprattutto a Ingres. Alla mostra torinese si prevedono circa duecentomila visitatori e per coloro che decideranno di soggiornare a Torino saranno messe a disposizione tariffe agevolate che comprenderanno sia il soggiorno negli alberghi, sia l'ingresso alla mostra, anche attraverso la creazione di pacchetti turistici.

La mostra sui capolavori di Degas, la più importante dedicatagli negli ultimi decenni in Italia, è stata fortemente voluta dal Comune di Torino, in linea con la strategia di riportare la città al centro della scena culturale, ed è stata resa possibile attraverso la collaborazione con il gruppo Skira, che curerà la mostra in tutti gli aspetti, e il Museo d'Orsay di Parigi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA