Percorso:ANSA > In Viaggio > In Europa > Non solo calcio. Poznań in 10 mosse

Non solo calcio. Poznań in 10 mosse

La città polacca che ospita la seconda partita degli azzurri è ricca di cultura, ma anche di ristoranti e pub.

15 giugno, 16:05

Oggi gli azzurri incontrano la Croazia, alle 18, per la seconda partita degli europei di calcio 2012. Ma cosa fare se si arriva a Poznań, sede della partita, il giorno prima o si ha a disposizione qualche giorno in più? A Poznań la positiva energia dei paesi della Nuova Europa si fonde con la cultura della civiltà occidentale.

Da qui Berlino è più vicina di Varsavia. Poznań è una metropoli di oltre mezzo milione di abitanti ed è collocata in una delle regioni più avanzate della Polonia, di cui è stata la più antica capitale. Tra le mete più interessanti si possono citare Stary Rynek (Piazza del Mercato Vecchio), Ostròw Tumski (l'Isola della Cattedrale), la Palmiarnia, il lago ed il complesso termale Malta. Ecco dieci suggerimenti esposti nel menù turistico della città: 1. Serra delle palme. Aperta dal 1910 è una delle strutture di questo tipo più grandi in Europa.

Completamente ristrutturata vent’anni, mette in bella mostra 17.000 piante appartenenti a 700 specie e varietà diverse, provenienti da zone a clima mediterraneo, subtropicale, tropicale, dalla savana e dai deserti. Inoltre, la serra ospita una collezione di pesci esotici. 2. Castello Imperiale. Il castello neoromanico, ultima residenza di questo tipo eretta in Europa, fu progettato da Franz Schwechten. Al suo interno lavorarono gli scienziati che riuscirono a decifrare il codice Enigma, sistema elaborato dai tedeschi. L’edificio fu costruito tra il 1905 ed il 1910 e ristrutturato negli anni della guerra, con la partecipazione di Albert Speer, architetto ufficiale di Adolf Hitler. Attualmente ospita il Centro Culturale Zamek, il Teatro dell’Animazione e altri enti. 3. Cytadela. La Collina di Winiary, situata a nord della Città Vecchia, fu trasformata in fortezza nel XIX secolo. Nel 1945, dopo alcune settimane di pesanti combattimenti, le fortificazioni vennero distrutte. Al termine del conflitto, l’area fu adibita a parco, Museo delle Armi e Museo dell’Armata Poznań. 4. Antica Birreria Hugger (oggi centro commerciale, artistico ed economico “Vecchia Birreria 50 50”).

5. Museo Nazionale, Galleria di Dipinti e Sculture. Costruito all’inizio del XX secolo, vanta ricche collezioni di arte romanica e gotica. Tra i pezzi più prestigiosi vi sono le opere di celebri pittori polacchi (tra cui Jacek Malczewski, Stanisław Wyspiański e Jan Matejko) ed esteri Claude Monet, Francisco Zurbaran, Jusepe de Ribera. Il museo è sede di una rassegna di pittura italiana (XV – XVIII sec.), olandese (XVII sec.) e fiamminga (XVI e XVII sec.). 6. Piazza del Mercato. Ha una pianta quadrata regolare. La dominante architettonica della piazza è costituita dal Municipio rinascimentale, opera di Giovanni Battista di Quadro, ritenuta uno dei monumenti più belli della città. Ogni giorno, alle 12 in punto, sulla torre compaiono due capretti in metallo che sbattono con le corna per 12 volte. Le palazzine che circondano la piazza sono state ricostruite in uno stile che rievoca l’architettura barocca e rinascimentale. Accanto al Municipio vi sono le domki budnicze, un tempo adibite a bancarelle, con i loro caratteristici portici. Il tutto è completato dalla fontana di Proserpina (in stile rococò), da quelle di Apollo, Marte e Nettuno, dalla gogna, dal pozzo con il monumento della ragazza di Bamberg e dalla statua barocca di S. Giovanni Nepomuceno. La Piazza del Mercato è meta tipica per ristoranti, caffetterie e pub aperti fino a notte fonda. 7. Complesso ex gesuita. E’ un gruppo di edifici che comprende l’ex Collegio Gesuita, la parrocchia e l’antica scuola. Qui, nel 1806, Napoleone Bonaparte si fermò per tre settimane. La Chiesa Parrocchiale è uno dei santuari barocchi più imponenti del paese. Fu eretta dai Gesuiti nel XVII sec. Al suo interno i celebri organi, opera del noto maestro ottocentesco Friedrich Ladegast. 8. Ostrów Tumski. L’isola della cattedrale è la zona più antica della città. Cotruita nel 968, presenta attualmente una struttura gotica a tre navate, con relitti di architettura preromanica e romanica. Il portale gotico presenta porte in bronzo dalla forma moderna, decorate con scene della vita dei Santi Pietro e Paolo, patroni della città. 9.

Malta. Con questo nome si definisce attualmente l’area situata nelle immediate vicinanze del Lago Maltańskie. Si tratta di una zona molto interessante dal punto di vista paesaggistico, naturalistico e storico. Riporta alla memoria i Cavalieri di Malta. Malta è un luogo ideale per gli amanti delle passeggiate (anche per chi pratica nordic walking), per i pattinatori, i ciclisti ed i podisti. Ai piedi della pista per slittino sono presenti parchi giochi per bambini, nonché un grande numero di pub, caffetterie e ristoranti. 10. Terme Maltańskie. Il complesso sportivo-ricreativo situato sulla riva settentrionale del Lago Maltańskie; garantisce condizioni perfette per il riposo ed il relax. Le tante piscine destinate alle attività sportive ed ai momenti ludici, unite alle piscine termali, alle tante attrazioni dell’aquapark ed alla vasta gamma di saune, fanno di questo angolo della città un luogo irripetibile ed estremamente amato. Il centro di informazione turistica di Poznań è a Stary Rynek 59 ed è contattabile al numero telefonico (+48) 61 852 61 56 dal lunedì al venerdì dalle 9-20 e il sabato dalle 10 alle 20. Domenica e festivi dalle 10 alle 18. Altre informazioni sul sito web www.poznan.pl/uefaeuro2012 o www.facebook.com/Poznan

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA