Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Speciali ed Eventi > Energia: Federutility, costi troppo alti; linea e' risparmio

Energia: Federutility, costi troppo alti; linea e' risparmio

Modello scelto 'gas e rinnovabili' ha prezzi elevati

16 giugno, 18:21

L'energia che costa meno e' quella non consumata, cioe' quella risparmiata. E' la linea del risparmio quella da seguire, ''fondamentale'' sia per i consumatori che per le aziende. Anche perche' in Italia c'e' un problema che riguarda il ''costo'' troppo alto dell'elettricita'. Su tutto Adolfo Spaziani, direttore generale di Federutility, dice all'ANSA, a margine di uno dei molti incontri nell'ambito del Festival dell'energia a Perugia.

 

''Il risparmio e' fondamentale'', spiega Spaziani che ricorda la differenza tra la telefonia e l'energia nell'attrarre clienti. Nella seconda ''la barriera e' piu' alta, l'energia e' percepita'' ma e' immateriale e ''non si vede''. Secondo Spaziani ''ci deve essere piu' competitivita'''. Non a caso i cambi a favore di altri gestori sono ''maggiori sull'elettrico che non sul gas''. E comunque in Italia bisogna agire sul versante ''educazione'' al risparmio e ad un uso consapevole dell'energia (fasce orarie, elettrodomestici in classe A ed altro), cosa che potrebbe portare ad un risparmio del 20%''.

 

Per l'Italia, prosegue Spaziani, avendo fatto ''la scelta del gas come fornitura e poi avendo investito in modo deciso sulle rinnovabili, rimane il problema del costo''. Soprattutto perche', rileva il direttore di Federutility, ''questo modello'' 'gas-rinnovabili' ora costa, e per esempio succede che ''i migliori impianti italiani sono costretti a stare fermi'' perche' il costo di produzione e' troppo alto.

 

Tre i punti che secondo Federutility andrebbero sistemati per il futuro: abbassare il costo del gas, costruire infrastrutture (e sarebbe opportuno che dalla separazione di Snam ci fosse anche un effettivo avvio per la costruzione delle infrastrutture necessarie), e magari la proposta di un'apertura della rete a livello Europeo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA