Percorso:ANSA > In Viaggio > Nel Mondo > Russia: Preatoni sbarca con hotel elite

Russia: Preatoni sbarca con hotel elite

'Inventore Sharm' inaugura primo albergo a S.Pietroburgo

27 maggio, 17:05
San Pietroburgo: la cattedrale di Sant'Isacco San Pietroburgo: la cattedrale di Sant'Isacco

Dalle scalate bancarie all'Egitto, dai Paesi Baltici alla Russia, compresa la Siberia: e' l'ultima frontiera degli investimenti di Ernesto Preatoni, 70 anni, imprenditore pioniere protagonista in passato di una clamorosa scalata a Mediobanca, noto come ''l'inventore di Sharm'' e amico di Silvio Berlusconi. A San Pietroburgo, la citta' natale di Putin, ha appena inaugurato il primo hotel russo del suo gruppo Domina, il Domina Prestige, un centralissimo albergo a cinque stelle da 109 camere sul fiume Moika, a cento metri dalla cattedrale di Sant'Isacco: un modello di 'made in Italy'', dal design all'arredamento, ricavato in un importante palazzo storico.

''Un investimento da 32 milioni di euro, finanziato per il 60% dal mio gruppo e per la restante quota da altri imprenditori italiani e russi'', spiega all'ANSA. Ma si tratta solo della prima tappa di un'offensiva che lo portera' ad aprire nel Paese ''altri hotel da 25 milioni di euro l'uno, destinati in particolare al turismo d'affari'': nelle citta' siberiane di Tomsk, Novosibirsk e Tiumen, nella citta' di Lipetsk nella Russia centrale (che ospita un distretto industriale italiano, dove spicca la Merloni) e nell'enclave europea di Kaliningrad.

La campagna di Russia, osserva Preatoni, ''comprende anche progetti di edilizia residenziale, come i 200-250 appartamenti d'elite a Iekaterinburg, che inizieremo a costruire tra due-tre mesi dopo la privatizzatione del terreno''. ''Finora abbiamo utilizzato l'auto finanziamento, anche a causa del credit crunch, ma ora stiamo cercando accordi con le banche: il primo e' con la Sberbank, per l'hotel di Novosibirsk'', riferisce.

''La Russia e' un Paese appetibile per gli investimenti: il pil cresce del 4%-5% l'anno, il debito pubblico e' basso, c'e' stabilita' politica, tutto il contrario dell'Italia, dove infatti gli investimenti sono calati del 15% negli ultimi quattro anni'', sostiene. ''Anche i valori dell'immobiliare sono tornati al livello pre-crisi: a Iekaterinburg siamo sui 4000 euro a metro quadro''. ''In Russia comunque non mi sento piu' un pioniere, come lo fui in Estonia (dopo il crollo dell'Urss, ndr) o in Egitto'', dove costrui' il Coral Bay di Sharm El Sheikh, che incoraggio' l'esplosione turistica di quella localita'.

''Ormai mi trovo in compagnia di molti investitori stranieri, perche' il Paese promette'', conclude.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA