Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Nucleare > Ispra, passi avanti su sicurezza centrali Ue

Ispra, passi avanti su sicurezza centrali Ue

Risultati stress test. Autorita' Francia, necessaria Task force

13 luglio, 13:48

ROMA - ''Tutti i Paesi partecipanti hanno fatto significativi passi avanti per migliorare la sicurezza dei loro impianti''. Questo il risultato principale che emerge dagli stress test sulle centrali nucleari di 15 Paesi Europei, piu' Svizzera ed Ucraina (che hanno aderito in modo volontario), di cui si e' parlato nel corso di un seminario internazionale organizzato dall'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra).

''A dispetto delle differenze negli approcci nazionali - spiega l'Ispra - e' emersa la consapevolezza che l'attenzione sulla sicurezza nucleare non puo' essere mai abbassata''.

L'Italia, pur non avendo centrali attive, ha partecipato concentrando i suoi sforzi sui paesi vicino ai confini'. L'Ispra ha valutato il livello di sicurezza espresso nei rapporti nazionali delle autorita' di sicurezza. E, per esempio, l'Autorita' di sicurezza nucleare francese (Asn) ha avanzato ''ulteriori raccomandazioni'' per le centrali nucleari su ''terremoti e allagamenti'', sulla garanzia di ''raffreddamento del nocciolo'' per evitare un incidente della portata di quello di Fukushima, sulla costruzione di ''una zona dell'impianto a prova di eventi esterni'' e sulla messa a punto di una task force pronta a intervenire entro 24 ore in ciascun sito. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA