Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Natura > Strage di elefanti in Camerun

Strage di elefanti in Camerun

WWF, governi africa pongano fine bracconaggio

14 agosto, 12:40
AMBIENTE: WWF, STRAGE ELEFANTI IN CAMERUN, UCCISI 300 ESEMPLARI AMBIENTE: WWF, STRAGE ELEFANTI IN CAMERUN, UCCISI 300 ESEMPLARI

E' una strage di elefanti, quella che si è consumata in Camerun ad opera dei bracconieri, che nei primi tre mesi del 2012 hanno ucciso più di 300 esemplari all'interno del Bouba N'Djida National Park. A denunciare il "massacro" è il Wwf, con un video dalle immagini forti lanciato in occasione della giornata mondiale degli elefanti in programma il 12 agosto.

Il Camerun, spiega il Wwf, si è mosso per rafforzare la sicurezza nelle aree protette e ha messo a punto un piano per reclutare 2.500 nuovi rangers nei prossimi cinque anni. Nonostante gli sforzi, tuttavia, "la caccia di frodo degli elefanti in Africa ha raggiunto livelli record, e gli elefanti di foresta dell'Africa centrale sono stati i più colpiti. Decine di migliaia di esemplari - sottolinea l'associazione ambientalista - vengono barbaramente uccisi ogni anno per l'avorio delle loro zanne, che vengono per lo più trafficate nei mercati asiatici". Uccisioni così cospicue di elefanti come quelle registrate in Camerun "possono accadere quasi ovunque nei paesi del centro Africa", evidenzia Massimiliano Rocco, responsabile del Programma specie del WWF Italia. Per questo "chiediamo ai governi dell'Africa Centrale di porre fine al bracconaggio e al commercio illegale di avorio e ai crimini contro la fauna selvatica".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA