Percorso:ANSA > Terra&Gusto > I protagonisti > Mister Amarone, Sandro Boscaini

Mister Amarone, Sandro Boscaini

Gestisce anche vigneti Serego Alighieri, dei discendenti di Dante

28 maggio, 13:45
Mister Amarone, Sandro Boscaini della Masi Agricola Mister Amarone, Sandro Boscaini della Masi Agricola

Ambasciatore nel mondo dell'Amarone e' Sandro Boscaini, della Masi Agricola, il piu' importante produttore di questo vino storico della Valpolicella che da poco ha conquistato la Docg (Denominazione di origine controllata e garantita).

L'appellativo di 'Mister Amarone' deriva dal recente ritratto letterario della giornalista, scrittrice, inglese Kate Singleton che a Boscaini ha dedicato un saggio, distribuito nei Paesi anglofoni dall'editore americano Wine Appreciation Guild con il titolo ''Amarone, the making of an Italian wine phenomenon''. Un 'fenomeno' ricco di storia: il nome Masi Agricola deriva dal "Vaio dei Masi", la piccola valle acquisita alla fine del 18/mo secolo dalla famiglia Boscaini, tuttora proprietaria. L'azienda si è allargata con acquisizioni successive nelle migliori aree storiche di produzione delle Venezie. Tra gli altri, gestisce i più storici vigneti della Valpolicella, quelli dei conti Serego Alighieri, che dal 1353 appartengono ai discendenti del poeta Dante. Ha inoltre sviluppato progetti in Toscana - in collaborazione con Serego Alighieri - in Argentina e a Rovereto (Trento) in collaborazione con la storica azienda dei Conti Bossi Fedrigotti. Dal 2009 Boscaini promuove le attivita' dell'associazione 'Le famiglie dell'Amarone d'arte', che rappresenta una decina di aziende storiche della Valpolicella, una élite con vigneti in collina, condotti secondo tradizione.

In cantina Mister Amarone e' un mix di tradizione e di modernita'. Masi e' infatti l'unica azienda vitivinicola ad aver valorizzato il vitigno autoctono veronese Oseleta. Nel contempo, al Vinitaly 2012, ha presentato "Reciojito" (Recioto più Mojito), incontrando il favore dei giovani visitatori col tradizionale vino dolce della Valpolicella che ha incontrato il rum bianco, diventando il nuovo cocktail dell'happy hour. Linguaggi diversi che si incontrano comunque in vini di pregio, ancorati ai valori del territorio ma con costante aggiornamento tecnologico.

"Mister Amarone" è una testimonianza d'impresa traccia la storia di un successo tutto italiano: Masi è oggi leader mondiale nella produzione di Amarone ed è ovunque riconosciuta la sua expertise nella tecnica dell'Appassimento, che usa per la produzione dei suoi cinque Amaroni (Costasera, Riserva di Costasera, Vaio Armaron, Campolongo e Mazzano) e altri vini emblematici come il Campofiorin e il Masianco. Vini moderni, piacevoli, equilibrati e riconoscibili, che hanno "rivoluzionato l'arte di fare il vino nelle Venezie" e che sono stati definiti dal super esperto Hugh Johnson "pietre miliari dell'enologia veronese''.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati