Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Tecnologie > Misurato il battito d’ali di una farfalla

Misurato il battito d’ali di una farfalla

Con micro-sensori utili per costruire futuri robot volanti

09 luglio, 17:47
I sensori che hanno permesso di misurare il battito d’ali di una farfalla (fonte: Takahashi et al./Bioinspir. Biomim.) I sensori che hanno permesso di misurare il battito d’ali di una farfalla (fonte: Takahashi et al./Bioinspir. Biomim.)

Quanto è leggero il battito d'ali di una farfalla? Ora è possibile misurarlo grazie a un microscopico sensore inventato dai ricercatori giapponesi dell'università di Tokyo: il dispositivo pesa appena 35 milligrammi e, una volta applicato sul corpo dell'insetto, permette di misurare la pressione che si esercita sulle ali quando la farfalla spicca il volo. Il suo funzionamento è descritto sulla rivista Bioinspiration & Biomimetics.
L'obiettivo dei ricercatori, guidati da Hidetoshi Takahashi, é studiare le pressioni che si esercitano sulle diverse porzioni delle ali nella fase di 'decollo', qualcosa che non era mai stato misurato finora. Ciò potrà essere utile in futuro per costruire ali artificiali e robot piccoli come insetti. Il sensore è un microscopico sistema hi-tech che, posizionato sulle ali, consente di tradurre le differenze di pressione in un cambiamento di resistenza all'interno di un sensore dotato di un chip miniaturizzato.  Tutto l'equipaggiamento (elettrodi e fili d'oro inclusi) è leggerissimo e pesa appena 35 milligrammi, quasi un terzo del peso di un pasto tipo dell'insetto. Il micro-sensore è stato testato su una particolare famiglia di farfalle (quella dei Papilionidi) dotate di ali dal design unico, che consentono di spiccare il volo muovendosi a zig zag con pochi battiti d'ali. Un vero rompicapo per gli esperti di aerodinamica, visto che la forza generata dalle ali dell'insetto, così come viene normalmente stimata, dovrebbe essere insufficiente a reggere il peso del suo corpo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA