Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > La più grande luna di Marte in 3D

La più grande luna di Marte in 3D

Phobos fotografata con un dettaglio senza precedenti

20 agosto, 17:03
La più grande luna di Marte, Phobos, in 3D (fonte: ESA/DLR/FU Berlin, G. Neukum) La più grande luna di Marte, Phobos, in 3D (fonte: ESA/DLR/FU Berlin, G. Neukum)

A circa 135 anni dalla sua scoperta, la piu' grande luna di Marte, Phobos, e' stata osservata con un dettaglio fantastico e in 3D dalla sonda dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) Mars Express, passata a soli cento chilometri.

L'immagine e' molto diversa dall'ultima disponibile dall'oggetto debolissimo osservato per la prima volta nel 1877 dall'astronomo britannico Asaph Hall, autore della scoperta di Phobos e della piccola luna Deimos.

Dalla forma irregolare, Phobos ha una superficie costellata da crateri che secondo le ipotesi più recenti potrebbero essersi formati quanto la luna di Marte ha attraversato la nube di detriti nata dall'impatto di un grande asteroide sulla superficie del pianeta rosso.

Distante appena 6.000 chilometri dalla superficie di Marte, Phobos è la luna più vicina al suo pianeta nel Sistema Solare, al punto che dalla superficie marziana la si vede sorgere e tramontare due volte al giorno. E' una vicinanza pericolosa, però, perchè nei prossimi 50 milioni di anni si prevede che Phobos comincerà gradualmente a sbriciolarsi, fino a collidere con la superficie di Marte.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA