Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Raffiche di asteroidi sulla Terra

Raffiche di asteroidi sulla Terra

Enormi impatti primordiali come per i grandi crateri lunari

26 aprile, 14:53
Rappresentazione artistica del bombardamento di asteroidi che ha colpito la Terra fra 3800 e 2.500 miliardi di anni fa (fonte: NLSI) Rappresentazione artistica del bombardamento di asteroidi che ha colpito la Terra fra 3800 e 2.500 miliardi di anni fa (fonte: NLSI)

Il gigantesco impatto di un asteroide che cancellò i dinosauri dalla faccia della Terra non è stato un caso isolato: uno studio pubblicato su Nature dimostra che fra 3.800 e 2.500 miliardi di anni fa il nostro pianeta è stato bersagliato da una raffica di asteroidi, anche più grandi di quello che 65 milioni di anni fa provocò l'estinsione dei dinosauri. Sono stati impatti paragonabili a quelli che provocarono i crateri lunari, affermano gli autori della ricerca, coordinata da William Bottke, del Centro per l’origine e l’evoluzione lunare (Cloe) della Nasa.
Secondo la ricostruzione degli esperti, a generare questo antichissimi bombardamento è stata una fascia di asteroidi primordiali, destabilizzati dall’assestamento orbitale di enormi pianeti, come Giove e Marte, circa 4 miliardi di anni fa.
 
Le ‘impronte’ lasciate da queste gigantesche esplosioni sono  ancora conservate negli strati di roccia sulla Terra, che contengono sferule di roccia fusa cadute dagli enormi pennacchi di materia sollevati dalle collisioni.
Dall'analisi delle sferule è emerso che gli impatti catastrofici sulla Terra e sulla Luna siano stati circa 70 in un lasso di tempo compreso fra 3.800 e 1.800 milionii di anni fa. La loro frequenza è descritta dalla sovrapposizione degli strati di sferule nella roccia. Anche tra le rare ed antiche rocce risalenti all’Archeano, il periodo geologico più antico (tra i 4 e i 2.5 miliardi di anni fa), sono stati trovati strati di sferule d’impatto. "Gli strati raccontano di un intenso periodo di bombardamenti  sulla Terra, ma la loro origine è stata a lungo un mistero", spiega Bottke.

Secondo i ricercatori gli impatti avvenuti nell’Archeano dovrebbero essere  stati simili a quelli avvenuti sulla Luna, con crateri dal diametro di oltre 300 chilometri. Le conseguenze di tali esplosioni in quell’epoca sono sconosciute, ma l’energia rilasciata sarebbe stata circa 500 volte superiore a quella dell'impatto di Chicxulub, che provocò l’estinzione dei grandi dinosauri. "Sarà interessante - conclude Bottke - comprendere se questi eventi colossali hanno influenzato l'evoluzione della vita primordiale sul nostro pianeta o la nostra biosfera" .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA