Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Dossier > Terremoti e previsioni

Terremoti e previsioni

Perché ad oggi non è possibile prevedere quando e come tremerà la Terra

09 aprile, 15:58
Terremoto dell'Aquila del 2009 (fonte:INGV) Terremoto dell'Aquila del 2009 (fonte:INGV)

Sulla base delle conoscenze attuali non è possibile prevedere quando e dove si verificherà un terremoto.

Le conoscenze dei fenomeni che accadono nelle profondità della Terra sono ancora molto scarse perché sia possibile fare previsioni esatte. Bisogna considerare, dicono gli esperti, che i terremoti avvengono in media a 10-15 chilometri di profondità, dove non è ancora possibile studiare da vicino la deformazione delle rocce e il comportamento dei fluidi. Questi ultimi sono comportamenti così complessi da essere imprevedibili con gli strumenti attualmente a disposizione dei sismologi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA