Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Alimentazione > Estate:gastroenterologo, attenzione al ghiaccio nelle bibite

Estate:gastroenterologo, attenzione al ghiaccio nelle bibite

Puo' provocare intossicazioni, come pesce e dolci al cucchiaio

31 luglio, 18:03
(ANSA) - ROMA, 31 LUG - Le intossicazioni alimentari possono rovinare le vacanze estive: per questo meglio stare attenti alle creme e ai dolci al cucchiaio che tendono a deteriorarsi rapidamente, al pesce (in particolare cozze e vongole), e a frutta e verdura, accertandosi che sia lavata bene, se possibile con limone o bicarbonato. Sono questi i consigli del professor Stefano Bellentani, vice presidente della Societa' italiana di Gastroenterologia. "Se vogliamo mangiare a casa cozze e vongole, dopo averle acquistate teniamole a lungo sotto l'acqua corrente e consumiamole cotte", e' il consiglio del professor Bellentani, mentre se beviamo una bibita occorre fare attenzione al ghiaccio. "Soprattutto all'estero non sappiamo se l'acqua locale con la quale il ghiaccio e' stato prodotto sia buona - spiega infatti lo specialista - quindi se ci troviamo al bar meglio optare per una semplice bevanda non troppo fredda, facendola se possibile aprire al tavolo". I piu' fragili, quindi maggiormente soggetti alle gastroenteriti, sono i bambini: per loro il consiglio e' lavare spesso le mani (visto che tendono a metterle in bocca) e idratarsi - meglio se con acqua e zucchero - nel caso in cui insorgano i disturbi, curabili con una terapia medica. "Le intossicazioni alimentari- spiega ancora il professor Bellentani- hanno uno sviluppo abbastanza rapido: si riconoscono per l'insorgenza di diarrea e in alcuni casi di febbre, entro sei ore". "Chi ha la febbre - conclude la specialista - dovra' assumere anche degli antibiotici". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA