Percorso:ANSA > Salute e Benessere Professional > Politica sanitaria > ANSA/ Sanita':in arrivo mini-riforma,da cure ad attivita' medici

ANSA/ Sanita':in arrivo mini-riforma,da cure ad attivita' medici

Entro agosto 'decretone' a Cdm; anche ipotesi farmaci monodose

04 agosto, 17:14
(di Manuela Correra) (ANSA) - ROMA, 4 AGO - Dalle nuove regole sulla responsabilita' professionale dei medici a quelle che definiscono la libera attivita' dei camici bianchi, dalla nuova organizzazione delle cure primarie ad interventi sui farmaci, oltre ad alcune norme che, se confermate, avranno un sicuro impatto sulla vita dei cittadini come il via libera ai farmaci monodose per evitare gli sprechi e alle multe per la vendita di sigarette ai minori di 18 anni.

Si delinea come una vera e propria 'mini-riforma' della Sanita' il decreto omnibus, ribattezzato 'decretone', che il ministro Renato Balduzzi sta ultimando in questi giorni e che potrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri entro agosto. Una sorta di 'decreto sviluppo' per il settore sanitario, quello a cui sta lavorando Balduzzi, per migliorare la qualita' delle prestazioni e rilanciare il sistema. Dopo i tagli del decreto sulla Spending review, dunque, ci si prepara ora a 'ridisegnare' una piu' efficiente Sanita' pubblica, obiettivo per arrivare al quale continuera' serrato anche il confronto con le Regioni, che su alcuni punti del decreto avevano espresso perplessita'. Queste le principali novita' che, se l'impianto del provvedimento sara' confermato, dovrebbero essere contenute nel 'decretone Sanita'': - LIBERA ATTIVITA' PROFESSIONALE MEDICI: il regime transitorio della libera professione intramoenia dei medici, ovvero all'interno della struttura di appartenenza, e' stato prorogato al 31 dicembre 2012 con un decreto approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 2 agosto. Con il decretone, l'attivita' intramoenia viene normata e si prevederebbe la possibilita' per le Regioni di autorizzare le Asl ad acquisire spazi esterni per l'esercizio della libera professione dei medici. In alcuni casi potrebbe essere autorizzata anche l'intramoenia esercitata in studi in rete. Si punta ad una maggiore certificazione e tracciabilita' delle attivita' stesse.

- GARANZIE ASSICURATIVE RISCHIO SANITARIO PER CAMICI BIANCHI: il decreto dovrebbe contenere delle misure per contrastare il boom delle denunce a carico dei medici, cosi' da ottenere risparmi ingenti visto che la cosiddetta medicina difensiva, secondo stime, ha un costo di oltre 10 mld di euro l'anno, circa il 12% del Fondo sanitario. Le nuove regole sulla responsabilita' professionale prevederebbero l'introduzione di tabelle di riferimento per i risarcimenti e la possibilita' di ricorsi contro i medici solo per colpa grave o dolo, con l'introduzione di un fondo di solidarieta' a costo zero per lo Stato per i maxi-risarcimenti e alcune categorie piu' esposte.

- CURE PRIMARIE: per i medici arriverebbero il 'ruolo unico' (a garanzia dell'omogeneita' delle competenze), una nuova struttura del compenso e l'obbligo di aderire ad aggregazioni territoriali, ovvero a Unita' o reti di studi di medici di medicina generale, al fine di garantire servizi h24.

- FARMACI MONODOSE: il decretone potrebbe sancire il via a nuovi sistemi di confezionamento 'personalizzati' e monodose dei farmaci, con l'obiettivo di evitare gli sprechi. Si prevederebbe pure l'obbligo per le Regioni di garantire a carico del Ssn i farmaci innovativi, necessari spesso contro le malattie rare.

- FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO: col decretone arriverebbe l'obbligo di istituirlo in tutte le Regioni. - STOP VENDITA SIGARETTE A MINORI: il decretone potrebbe contenere norme per un giro di vite alla vendita di sigarette ai minori di 18 anni, con multe fino a mille euro, che diventano duemila in caso di recidiva. (ANSA)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA