Percorso: ANSA > Motori > Industria e Mercato > UNRAE > News

L'economia non procede, i veicoli commerciali tornano indietro al 1994

12 luglio, 10:11

I risultati del mese di giugno sul mercato dei veicoli commerciali (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5t) elaborati e diffusi oggi dal Centro Studi dell’UNRAE, l'Associazione delle Case automobilistiche estere in Italia, parlano chiaro: poco più di 10.000 veicoli targati nel sesto mese dell'anno (10.050 per l'esattezza), in flessione del 30,4% rispetto al già debole volume dello scorso anno. I primi 6 mesi del 2012 archiviano così 64.126 immatricolazioni e una riduzione del 36,7% rispetto ai livelli di un anno fa.

"Per ritrovare volumi di questo tipo, sia sul mese che sul cumulato, dobbiamo tornare indietro di ben 18 anni, al lontano 1994", afferma Romano Valente, Direttore Generale dell'Associazione.

"Il settore, come più volte ricordato - prosegue Valente - soffre del permanere di una situazione economica particolarmente difficile, ulteriormente appesantita dalle forti problematiche legate alla stretta creditizia, con effetti deleteri sulle potenzialità di investimento delle imprese".

Anche i dati diffusi in questi giorni dalla Confcommercio confermano lo stato di estrema criticità dei consumi, in una delle fasi più difficili per la nostra economia, segnalando - inoltre -come la riduzione più sensibile stia interessando proprio il segmento relativo alla mobilità.

"Si consolida, pertanto, la previsione fatta nei mesi scorsi dall'UNRAE - conclude il Direttore Generale - di un mercato 2012 a 120.000 immatricolazioni di veicoli commerciali, in calo del 30% rispetto ai 170.000 di un anno fa".

Per ulteriori approfondimenti: www.unrae.it

Roma, 12 luglio 2012

Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati