Percorso:ANSA > Motori > Auto e Istituzioni > Sviluppo: Federauto,misure per auto siano bloccate in senato

Sviluppo: Federauto,misure per auto siano bloccate in senato

27 luglio, 12:42
Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto

ROMA - ''Gli incentivi dovevano avere tre caratteristiche irrinunciabili: essere triennali, scalari e non essere legati a un fondo ad esaurimento. Senza tutte queste caratteristiche, meglio lasciar tutto com'e'''. Lo afferma iFederauto, secondo cui se il decreto sviluppo contenente gli incentivi passera' anche al Senato, ''venderemo meno autoveicoli e butteremo al vento circa 150 milioni di euro in tre anni''.

''Il governo Monti ha di fatto inventato i disincentivi auto'', denuncia il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi. ''Aumenti su bolli, introduzione di superbolli, rincari di Iva, accise, RC, pedaggi autostradali, spettacolarizzazione della lotta all'evasione fiscale: tutti controproducenti e dannosi''.

I risultati, dice il presidente dell'associazione dei concessionari di autoveicoli di tutti i brand commercializzati in Italia, ''sono tangibili: le auto di lusso, molte made in Italy, scese fino al 70%, i consumi di carburanti del primo semestre ci hanno riportati agli anni '50 e i dati degli autoveicoli sembrano quelli degli anni '80. E cosi' con il miraggio di 'fare cassa' si sta smantellando il settore dell'Automotive, e il primo danneggiato e' lo Stato stesso perche' introita meno di imposte dirette e indirette''.

''E' da quasi tre anni che inondiamo il governo e le commissioni parlamentari di relazioni, proposte, dati. Abbiamo presentato un piano per svecchiare i 14 milioni di auto che hanno piu' di 10 anni'', ricorda Pavan Bernacchi. Tuttavia ''il ministro Passera temporeggia, il ministro dell'Economia non se ne occupa, il premier neanche e i parlamentari hanno messo in piedi una proposta inutile e non adeguata al momento storico''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA