Percorso:ANSA > Motori > Auto e Istituzioni > Autostrade, bollino nero il 4 agosto

Autostrade, bollino nero il 4 agosto

Dodici cantieri attivi, ma pronte corsie di scorrimento

17 luglio, 20:30
TRAFFICO; AUTOSTRADE, BOLLINO NERO IL 4 AGOSTO TRAFFICO; AUTOSTRADE, BOLLINO NERO IL 4 AGOSTO

ROMA - Una sola giornata da bollino nero, sulle strade, per l'esodo dell'estate 2012. Una previsione che segnala un passo avanti nel modo di organizzare le vacanze da parte degli italiani. Le tradizionali previsioni di Autostrade per l'Italia indicano sabato 4 agosto come la data più critica per il traffico estivo. Per quel giorno, a meno che non sia indispensabile, "meglio non mettersi in viaggio", avverte l'amministratore delegato della società, Giovanni Castellucci.

Anche se il bollino nero, osserva il direttore del servizio di Polizia stradale, Vittorio Rizzi, non va considerato "un allarme, ma un'informazione utile". Oggi la società Autostrade ha presentato il quadro dell' estate 2012 con la classificazione a "bollini" diventata ormai familiare per gli automobilisti.

Accanto all'unico bollino nero, vengono segnalati altre 15 giornate da bollino rosso nelle direttrici che portano alle localita turistiche, quattro delle quali, in realtà, già archiviate nella prima metà del mese in corso. Quanto ai cantieri aperti sulla rete autostradale, fino a fine agosto ce ne saranno solo 12 - ha assicurato Castellucci - e sarà sempre prevista una corsia di scorrimento. In prima linea per la sicurezza la Polizia stradale, che impegnerà 4.650 uomini al giorno sulle strade, 1.450 auto di servizio e 100 moto. Prevista una più forte presenza di polizia giudiziaria nelle aree di servizio per contrastare eventuali reati. In campo 800 etilometri e 2.100 precursori per prevenire la guida in stato di ebbrezza. E contro la droga "si lavora per arrivare all'utilizzo del drogometro", ha detto Rizzi. Sul fronte della sicurezza stradale sono stati fatti molti passi avanti negli ultimi: dal 1999 la mortalità sulle strade si è ridotta del 75,4%, il che equivale a 300 vite salvate ogni anno. Copertura della rete con asfalto drenante, riqualifica delle barriere spartitraffico, campagne di sensibilizzazione hanno fatto tanto. Sulle autostrade centrale è stato l'arrivo del Tutor e ora un sistema analogo, Vergilius, arriverà anche sulle statali, fa sapere il presidente dell'Anas, Pietro Ciucci.

Ma tanto resta ancora da fare, se comunque, come ricorda il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, Guido Improta, "sulle strade si registrano di media 12 morti al giorno: uno ogni due ore". Anche per questo Autostrade per l'Italia continua a lanciare iniziative sulla corretta guida.

Quest'anno, per esempio, propone un concorso on line con i 10 luoghi comuni sulla sicurezza: l'utente deve rispondere vero o falso a 10 domande che nascondono altrettanti, possibili miti da sfatare. In palio una Fiat 500, navigatori e macchine fotografiche. Sempre sul sito, la mappa interattiva con le previsioni sul traffico per ogni tratta in base a giorni e orario di partenza. Le stesse informazioni saranno disponibili in tutti gli Hi Point nelle aree di servizio. E' un fatto, comunque, che negli anni gli automobilisti hanno metabolizzato una serie di comportamenti da tenere ed è cambiato il modo di scaglionare le vacanze. Anche questo spiega come quest'anno il giorno "nero" sia soltanto uno. Nei due giorni di punta classici - ossia ultimo sabato di luglio e primo sabato di agosto - le ore di coda su tutta la rete di sono fortemente ridotte: nel 2011 sono scese del 51% rispetto al 2006, con punte dell'87% in meno rispetto al 2010 nel nodo fiorentino e del 70% nella diramazione Roma nord.

"Non ci sono più gli esodi di una volta", sintetizza infatti Castellucci.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA