Percorso:ANSA > Motori > In Collaborazione > FEDERAUTO

FEDERAUTO

25 luglio, 16:55

FEDERAUTO (Federazione Italiana Concessionari Auto) trae le sue origini alla fine del 1945 quando un nucleo storico di commissionari auto di Milano dà vita al gruppo di lavoro per la costituzione di un'associazione nazionale fra rappresentanti dell'industria automobilistica italiana poi denominata AICPA (Associazione Italiana Commissionari della Produzione Automobilistica).

Nel 1977 l'associazione assume la denominazione FEDERAICPA e, pur conservando le finalità originarie, modifica il suo assetto organizzativo interno: gli aderenti non sono più i singoli concessionari, ma le Associazioni di marca delle imprese concessionarie per la vendita e l’assistenza degli autoveicoli di marche nazionali ed estere.

Più recentemente, il 26 maggio 2010, durante una storica convention tra i rappresentanti delle Associazioni di marca, la Federazione ha approvato la modifica dello statuto risalente al 1977, prevedendo un assetto organizzativo più snello e funzionale, la nuova denominazione FEDERAUTO e la comparsa di un logo rappresentante un grifone, simbolo della forza e del coraggio dell’antico animale mitologico. Inoltre, è stata creata all’interno della Federazione la Divisione dei Concessionari Veicoli Commerciali e Industriali con la specifica dizione FEDERAUTO TRUCKS.

La struttura

I soci della Federazione sono le Associazioni di marca o loro Unioni costituite da imprese concessionarie per la distribuzione e servizi assistenza post-vendita per autoveicoli che hanno un rapporto contrattuale con i costruttori di autoveicoli o i propri rappresentanti sul territorio nazionale. Inoltre, la Federazione raccoglie, attraverso il c.d. Gruppo Misto, un rilevante numero di adesioni dirette da parte di concessionarie prive di un punto di riferimento associativo di marca. Attualmente Federauto è costituita da 22 Associazioni o Unioni di imprese concessionarie, in rappresentanza di circa 3.600 concessionari (autovetture, veicoli commerciali, industriali) che pesano il 6% del PIL nazionale e impiegano direttamente 175.000 persone.

Il sistema associativo prevede che alle Associazioni di marca o loro Unioni sia riservata la competenza su tutte le problematiche specifiche della marca rappresentata, lasciando alla Federazione la funzione di rappresentanza nei confronti delle Istituzioni nazionali, dell'Unione Europea e di altre organizzazioni ed enti.

Le attività

Nell’ambito dell’attività svolta in sede istituzionale nazionale, Federauto è interlocutore accreditato presso la Presidenza del Consiglio, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dello Sviluppo Economico, dei Trasporti, dell’Ambiente, della Funzione Pubblica e dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Per quanto riguarda i rapporti con l'Unione Europea, Federauto oltre ad avere contatti diretti con numerosi membri del Parlamento Europeo e Servizi della Commissione, si avvale della collaborazione di Confcommercio International. A livello europeo la Federazione segue il processo di formazione della legislazione comunitaria di interesse per le imprese rappresentate in materia di trasporti, fiscalità, ambiente, mercato interno, tutela dei consumatori e concorrenza e vanta, soprattutto, una forte partecipazione nell’ambito della regolamentazione comunitaria di settore (in particolare dei regolamenti di settore: Reg. 123/85, Reg. 1475/95, Reg. 1400/2002, Reg. 461/2010).

Fra i compiti della Federazione rientra anche quello di garantire alle imprese aderenti un sistema di informazione, attraverso un notiziario on-line, denominato "Federauto Informa" che si occupa di aggiornamenti in materia legislativa, e le comunicazioni on-line per fornire approfondimenti sull'attività e le iniziative della Federazione.

La Federazione si interfaccia costantemente con la stampa di settore, diramando propri comunicati stampa e organizzando incontri diretti con i giornalisti dell’automotive, al fine di dare particolare risalto alle problematiche delle imprese rappresentate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

News FEDERAUTO - Motori

  1. Mercato auto luglio 2014: +5%, ma non chiamatela ripresa
    • 18:19
    • 01 ago

    Mercato auto luglio 2014: +5%, ma non chiamatela ripresa

    Pavan Bernacchi al Governo: bene a iniziative sull'auto, purché in grado di smuovere significativamente il mercato. Altrimenti meglio lasciare tutto com'é
    • 13:58
    • 17 lug

    Mercato auto Unione Europea giugno: +4,5%

    Italia? Il +3,8% di giugno è stato reso possibile solo da noleggi, aziende e km zero
  2. Mercato auto giugno 2014: +3,8%
    • 19:03
    • 01 lug

    Mercato auto giugno 2014: +3,8%

    Mentre il governo sembra muovere i primi passi verso l’automotive italiana, a luglio il canale “privati” potrebbe registrare il minimo storico
  3. Auto Europa: marzo +4,3% Federauto: l'Italia con il -3,8% è l'ultima ruota del carro
    • 14:33
    • 17 giu

    Auto Europa: marzo +4,3% Federauto: l'Italia con il -3,8% è l'ultima ruota del carro

    Pavan Bernacchi al premier: basta tasse sul nostro comparto. grande preoccupazione per prossimo Cdm
  4. Mercato auto maggio 2014: -3,83%
    • 18:31
    • 03 giu

    Mercato auto maggio 2014: -3,83%

    A dispetto di chi vorrebbe l'ottimismo ad ogni costo una crisi profonda stritola l'auto nel nostro Paese