Percorso:ANSA > Motori > News dalle Aziende > Land Rover festeggia il primo compleanno della Evoque

Land Rover festeggia il primo compleanno della Evoque

La domanda ancora sostenuta con 80.000 unità in 9 mesi

05 luglio, 16:43
Land Rover festeggia il primo compleanno della Evoque Land Rover festeggia il primo compleanno della Evoque

ROMA - Sono passati 12 mesi da quando il primo esemplare Evoque ha lasciato la linea di montaggio, mentre 18.000 ordini da tutto il mondo certificavano la risposta positiva dei mercati. Oggi l'interesse non accenna a diminuire, come testimonia la domanda di 80.000 Evoque registrata in nove mesi. L'Evoque si è aggiudicata oltre 110 riconoscimenti internazionali, conquistando pubblico e media. Eletta "Car of the Year" dalla rivista Top Gear, "World Design Car of the Year" e "North American Truck of the Year", solo per citare alcuni dei riconoscimenti ricevuti, l'Evoque continua a riscuotere consensi per il look da concept car, per il dinamismo di guida, per le prestazioni da primato della categoria in fuoristrada e, non ultimo, per gli ottimi costi di gestione. L'immediato successo Evoque ha avuto un impatto estremamente positivo su tutto l'impianto di Halewood. In previsione del lancio, la forza lavoro di Halewood era stata incrementata fino a 3.000 persone. Nel marzo 2012, JLR ha annunciato 1.000 assunzioni aggiuntive rese necessarie per soddisfare la domanda di Evoque e di Freelander 2, anche quest'ultima prodotta a Halewood. In soli tre anni la forza lavoro si è triplicata, raggiungendo un totale di oltre 4.000 persone attualmente impiegate nello stabilimento. Richard Else, direttore operazioni di Halewood, ha dichiarato: "L'Evoque è una vettura incredibilmente emozionante, che continua a suscitare interesse e ammirazione. Su tutti i mercati il volume di vendita resta alto e qui a Halewood lavoriamo con grande entusiasmo per fronteggiare le richieste della clientela." L'Evoque è progettata e realizzata in UK e oltre il 75 per cento della produzione viene esportato in più di 170 Mercati mondiali, per un valore annuale esportato stimabile in 2 miliardi di sterline.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA