Siria: bombardata Hama, attivisti denunciano "massacro"

60-70 morti per Al Arabiya, ancora bombardamenti su Damasco

03 agosto, 16:29

(ANSAmed) - BEIRUT, 3 AGO - Circa 60 civili sono morti nelle ultime ore a Hama, nel quartiere Arbain, in bombardamenti d'artiglieria compiuti dalle forze fedeli al presidente Bashar al Assad. Lo riferiscono i Comitati di coordinamento locali degli attivisti di Hama, nel centro della Siria, che però hanno finora identificato 11 vittime.

La tv al Arabiya parla di "66 uccisi" nel quartiere Arbain, ma si tratta di informazioni per ora difficili da verificare in maniera indipendente.

Alcuni quartieri di Damasco e suoi sobborghi roccaforte dei ribelli continuano ad esser bombardati dall'artiglieria governativa. Alcuni testimoni nella capitale siriana hanno riferito di "forti esplosioni" udite da stamani e fino a poco fa provenienti dal quartiere di Tadamun (sud), da Harasta (nord) e da Duma, sobborgo vicino a Harasta. Sempre a Tamadun, vicino al campo profughi palestinese bombardato oggi dall'artiglieria governativa, vi sono stati oggi tra ribelli e forze fedeli ad Assad. I Comitati di coordinamento locali degli attivisti anti-Assad riferiscono di circa 90 persone uccise oggi nel Paese. Oltre che ad Hama, dieci persone sono state uccise a Idlib, nove a Damasco e sobborghi, tre a Dayr az Zor, uno a Homs e uno a Daraa. (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA