Ambiente: SafeMed II, Libia e’ nuovo paese beneficiario

Progetto Ue lavora per corretta applicazione diritto marittimo

03 agosto, 13:34

(ANSAmed) - BRUXELLES, 03 AGO - Il progetto europeo SafeMed II ha incluso anche la Libia fra i beneficiari. Lo riferisce il sito web di Enpi (www.enpi-info.eu), dopo una decisione della Commissione europea, che ha ufficialmente aggiunto il paese alla lista di quelli che partecipano alle attivita' dei suoi progetti di cooperazione regionale e ai programmi della partnership euro-mediterranea. Il progetto SafeMed II cerca di ridurre lo squilibrio esistente nell'attuazione delle regole della legislazione marittima, fra stati membri dell'Ue e stati partner del Mediterraneo, anche a vantaggio della tutela dell'ambiente. Fra le sue attivita', finanzia borse di studio in universita' marittime riconosciute a livello internazionale. In materia di sicurezza marittima, secondo Christian Dupont, vice capo unita' del direttorato generale della Commissione europea responsabile di mobilita' e trasporti ''SafeMed e' stato di aiuto in maniera significativa, sottolineando l'importanza delle regole e della formazione del personale come base per gli standard della sicurezza marittima''. ''Un altro importante risultato registrato dal progetto - aggiunge Dupont - e' quello di un aumento della comunicazione fra gli Stati attraverso i seminari e le riunioni organizzati da SafeMed''. (ANSAmed)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA