Israele: Netanyahu cala nei sondaggi, la protesta riparte

03 agosto, 10:42

(ANSAmed) - TEL AVIV, 3 AGO - Nella settimana in cui il governo israeliano ha approvato un piano di austerità economica che comporta notevoli sacrifici per i salariati la popolarità del premier Benyamin Netanyahu (Likud) registra un netto calo e la protesta sociale torna a sollevare la testa. Secondo un sondaggio pubblicato da Haaretz, il 60 per cento degli israeliani non sono contenti dell'operato del loro premier. Si tratta di un record di malcontento nei suoi confronti, nota il giornale, in quasi quattro anni di governo. Anche la popolarità del suo partito registra una flessione. Se elezioni si svolgessero oggi il Likud riceverebbe 25 seggi su 120 alla Knesset (ne ottenne 27 nelle elezioni politiche passate), mentre il partito laburista all'opposizione balzerebbe a 21 seggi (rispetto agli 11 attuali). Haaretz collega questi umori negativi per il governo sia alla politica economica sia alle indecisioni mostrate da Netanyahu sulla questione del servizio di leva obbligatorio per gli ebrei ultraortodossi. Questo lo sfondo di una manifestazione di protesta che avrà luogo domani a Tel Aviv con il sostegno del movimento studentesco universitario, degli attivisti sociali e dei gruppi di pressione impegnati per l'arruolamento degli ortodossi nelle forze armate o almeno in servizi di pubblica utilità.(ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA