Siria: Unhcr, almeno 150 mila rifugiati in Paesi vicini

Ma molti altri non ancora registrati, aumento flussi da Aleppo

10 agosto, 15:08

(ANSA) - GINEVRA, 10 AGO - Un crescente numero di siriani fugge dal conflitto e cerca rifugio nei Paesi vicini: questa settimana, tutti gli uffici dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) in Libano, Turchia, Giordania e Iraq hanno segnalato un aumento dei profughi.

Fino a ieri, un totale di 146.667 persone fuggite dalla Siria era stato registrata dall'Unhcr, ma "sappiamo che in diversi Paesi molti rifugiati non sono ancora registrati", ha affermato a Ginevra un portavoce dell'organizzazione umanitaria.

In Turchia - ha detto il portavoce Adrian Edwards - la popolazione di rifugiati ha ormai superato il numero di 50.000 persone, con oltre 6.000 nuovi arrivi registrati dall'inizio della settimana. Molti di questi giungono dalla città siriana di Aleppo e nei villaggi circostanti, dove sono in corso combattimenti tra le forze del regime siriano ed i ribelli. Il portavoce ha aggiunto che circa 8.000 persone sono invece "volontariamente tornate dalla Turchia alla Siria nel mese di luglio soprattutto nei villaggi della zona di Idlib". (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA