Siria: Unicef, corsa contro il tempo per salvare bambini

Crisi umanitaria cresce in Giordania, mancano 10 mln di dollari

30 luglio, 15:46

(ANSAmed) - ROMA, 30 LUG - Con l'aggravarsi del conflitto in Siria, aumenta drammaticamente il numero di bambini e famiglie siriane in fuga verso la Giordania: l'allarme è dell'Unicef, che sta aumentando la sua capacità di risposta all'emergenza.

L'organizzazione delle Nazioni Unite per l'infanzia sta sostenendo la costruzione del nuovo sito di Zaatari, nei pressi di Mafraq, nel nord della Giordania, dove si prevede saranno accolti i primi 5.000 rifugiati siriani entro pochi giorni. Si tratta di uno dei 22 campi che il governo giordano ha deciso di aprire, con una capacita' di 5.000 persone ciascuna, sparsi s su un territorio ampio decine di chilometri tra Mafraq e Ramtha.

Ieri il ministro degli Esteri giordano, Nasser Judeh, ha detto che al momento nel Paese vi sono circa 142mila cittadini siriani, e che storicamente la Giordania e' sempre stato un luogo di accoglienza di rifugiati.

"Sempre più bambini e famiglie stanno arrivando in Giordania dalle frontiere meridionali della Sira. La crisi umanitaria cresce sempre più'', afferma Dominique Hyde, rappresentante di Unicef Giordania. Più della metà degli sfollati sono bambini e adolescenti che continuano ad affrontare il disagio psico-sociale causato da violenze e spostamenti, sottolinea ancora l'Unicef, che ha lanciato un appello per 17,8 milioni di dollari per sostenere la risposta all'emergenza in Giordania.

Una raccolta cui mancano ancora 10,76 milioni. (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA