Incendi: Croazia, colpite localita' turistiche

morto vigile del fuoco vicino a Fiume

23 luglio, 14:11

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 23 LUG - Diversi incendi boschivi divampano da ieri notte in varie parti della costa adriatica croata, in particolare al nord dove la forte bora contribuisce alla veloce estensione delle zone colpite dal fuoco. Stamane e' morto un vigile del fuoco impegnato nello spegnimento di un incendio nei pressi della famosa localita' turistica di Abbazia (Opatija), vicino a Fiume.

Secondo la stampa croata, il vigile del fuoco, un uomo di 45 anni, ha avuto un malore, forse a causa del fumo, ed ha perso i sensi. E' deceduto poco dopo in un ospedale. Intanto l'incendio nella zona di Abbazia e' stato domato, ma ne sono scoppiati altri, sempre nella regione di Fiume. Vicino a Selce, 30 km a sud di Fiume, il fuoco si e' avvicinato a delle abitazioni e a un campeggio dal quale sono stati evacuati tutti i turisti, un centinaio di persone, in prevalenza straniere. Per ora non ci sono notizie di danni materiali, tranne a una paio di ettari di macchia mediterranea che sono completamente bruciati.

La protezione civile ritiene che non ci sia bisogno di proclamare l'evacuazione generale dei posti vicini. Un altro incendio e' in corso sull'isola di Arbe (Rab), ma molto distante da zone abitate. Il forte vento, oltre a contribuire al veloce estendersi delle fiamme, ha causato anche molti disagi nel traffico e da ieri sono chiusi alcuni ponti a tratte di autostrade, sempre nella zona di Fiume. (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA