Balcani: Onu, Ban Ki-moon conclude giro ex Jugoslavia

tanto e' stato fatto, ma restano ancora grandi sfide

26 luglio, 16:09

(ANSAmed) - SARAJEVO, 26 LUG - Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, a conclusione del suo giro di una settimana in tutti i Paesi della ex Jugoslavia, ha lasciato oggi Sarajevo alla volta di Londra, dove interverra' alle cerimonie di apertura delle Olimpiadi. In Bosnia-Erzegovina, ultima tappa del suo viaggio nei Balcani, Ban ha visitato ieri Sarajevo, mentre oggi ha reso omaggio a Srebrenica alle ottomila vittime musulmane del massacro messo in atto nel luglio 1995 dai serbo-bosniaci di ratko Mladic. E' stata la prima volta che un segretario generale delle Nazioni Unite si e' recato al memoriale e al cimitero di Potocari, alle porte di Srebrenica, dove riposano i resti delle vittime.

Prima di lasciare la Bosnia - nei giorni scorsi ha visitato Slovenia, Croazia, Montenegro, Serbia, Kosovo e Macedonia - Ban Ki-Moon ha dichiarato di essere impressionato dalla dinamica dedizione della regione ad un futuro di stabilita' e cooperazione. ''I leader e i cittadini di questa regione possono essere orgogliosi di quello che e' stato conseguito finora, ma restano ancora grandi sfide di natura economica, politica e sociale'', ha detto Ban, citato dai media locali, nel corso di una conferenza stampa all'aeroporto di Sarajevo prima di lasciare la capitale bosniaca per Londra. Ban, primo segretario generale dell'Onu a visitare i Paesi dei Balcani occidentali, ha detto di vedere ora una regione che guarda al futuro ed ha sottolineato che l'Onu continuera' a sostenere gli sforzi per superare tutte le sfide. Alla domanda di un giornalista se l'Onu parteciperebbe ad un intervento militare in Siria, Ban ha risposto che non ci sono colloqui su un qualsiasi tipo di intervento militare. Il segretario generale dell'Onu, sia ieri a Sarajevo sia oggi a Srebrenica, ha lanciato un appello alla comunita' internazionale a fare ogni sforzo per portre fine ai massacri in Siria.

(ANSAmed)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA