Montada:primo vademecum tecnico per interventi medina Algeri

21 giugno, 14:11

(di Paola Del Vecchio) (ANSAmed) - MADRID, 21 GIU - Un efficace strumento per la gestione e la valorizzazione del patrimonio culturale: è il 'Manuale di ristrutturazione della città di Dellys', in Algeria, realizzato nell'ambito del programma d'azione del Progetto Montada, che sarà presentato il 9 luglio ad Algeri, in una giornata di dibattito sulle tematiche della conservazione e della gestione e valorizzazione dei centri storici e delle medine. Si tratta del primo vademecum tecnico realizzato da parte dell' equipe di architetti algerini guidati dal responsabile del programma Montada per la città di Dellys, Lounes Akretche, che ha curato la parte storica e di evoluzione urbana del manuale. Quest'ultimo è articolato in differenti sezioni su: il contesto della città; la morfologia urbana di Dellys; elementi e tecniche di costruzione della casbah; ristrutturazione del patrimonio culturale della città di Dellys.

"I manuali di ristrutturazione offrono agli architetti e ai muratori locali la conoscenza storica dell'edificazione nella città e popongono le migliori pratiche di intervento per poter conservare l'architettura tradizionale e dare risposte alle esigenze attuali", spiega ad Ansamed Xavier Casanova, direttore della pubblicazione e responsabile del Progetto Montada, con sede a Barcellona. "Il vademecum di Dellys riassume la tradizione urbana e di costruzione della casbah distrutta dal terremoto del 2003 e propone un recupero rispettoso, incorporando sistemi anticismici semplici ma efficaci", aggiunge.

Un utile quadro di riferimento metodologico per l'intervento integrato sul territorio.

La conservazione del patrimonio architettonico dei centri storici rappresenta, infatti, una delle maggiori svide culturalie socioeconomiche delle società moderne. In questo caso, le esperienze fatte sul territorio sono state condensate nella guida alla ristrutturazione, che rappresenta una chiave per integrare i vari interventi e collegare il passato al futuro nei processi di riattazione urbana.

ll recupero e la tutela del patrimonio architettonico tradizionale per riscattare l'identità storica e culturale del Mediterraneo, sono gli obiettivi del progetto Montada, che rientra nel programma Euromed Heritage IV, cofinanziato dall'Unione Europea con 1,5 milioni di euro per un periodo di tre anni. Nel progetto sono coinvolte 6 città del Maghreb, realtà urbane, economiche e culturali molto diverse: Salé e Marrakech per il Marocco, Sousse e Kairouan per la Tunisia; e Dellys e Ghardaïa per l'Algeria.

(ANSAmed) YK8
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

per saperne di più sull'ENPI - Regione mediterranea