Spagna: via libera governo a piattaforme petrolifere Canarie

16 marzo, 16:30

(ANSAmed) - Madrid, 16 MAR - Nove piattaforme petrolifere al largo delle isole di Fuerteventura e Lanzarote, alle Canarie, saranno installate dalla compagnia petrolifera Repsol per sondare la presenza di petrolio. Il governo spagnolo ha dato oggi via libera alle autorizzazioni per il polemico progetto, avallato nel 2001 all'allora governo presieduto da José Maria Aznar, osteggiato dal governo regionale delle Canarie e dalle associazioni ambientaliste. Ne danno notizia fonti governative citate dall'agenzia Europa Press. Si tratta di collocare a Lanzarote e Fuerteventura, da nord a sud, nove piattaforme petrolifere a una distanza compresa fra i 10 e i 48 km dalle spiagge, per verificare la "probabilità elevata" di giacimenti di petrolio, indicata da sondaggi realizzati fra il 2001 e il 2003 dalla Repsol a una settantina di km dalle Canarie, in prossimità della frontiera marittima col Marocco. Nei giorni scorsi, il ministro di industria, energia e turismo, José Manuel Soria, aveva anticipato che la Spagna "non può consentirsi il lusso di prescindere da eventuali fonti energetiche" e che il governo presieduto da Mariano Rajoy avrebbe "appoggiato e incoraggiato" i lavori di imprese volti a ridurre la dipendenza energetica. L'autorizzazione alle trivellazioni, concessa nel 2001 dall'esecutivo di Aznar, furono annullate nel 2004 dal Tribunale Supremo per vizio di forma e la compagnia petrolifera era in attesa di un nuovo via libera governativo. Sia il governo delle Canarie, costituito da Coalicion Canaria e dal Psoe, che i sindaci delle due isole si oppongono in maniera frontale all'inizio delle esplorazioni, per l'impatto ambientale che possono avere sull'arcipelago, la cui economia è basata sul turismo. E schierate contro le piattaforme petrolifere sono le principali organizzazioni ecologiste, come Oceana, che mette in guardia sul fatto che le trivellazioni saranno realizzate in alcune delle aree di "maggiore valore ecologico delle Canarie", esposte a gravi rischi di eventuali esondazioni di petrolio.

(ANSAmed) YK8
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati