Mediterraneo: da Malta a Lampedusa,la rotta dei migranti

Se ne parla a Mediterraneo, settimanale della Tgr Rai

20 aprile, 11:55

(ANSAmed) - PALERMO, 20 APR - Da Malta a Lampedusa: il viaggio spesso della morte comincia nell'Isola dei cavalieri per concludersi in quell'avamposto italiano messo a dura prova dagli sbarchi dello scorso anno. Un doppio reportage per affrontare il fenomeno migrazioni che interessa ormai l'intera Europa. Ne parlera' Mediterraneo, il settimanale della Tgr proposto da Giancarlo Licata e realizzato a Palermo in coproduzione Rai - France 3, con la collaborazione di altre televisioni estere, in onda alle 11.15 di domenica su Rai Tre. Si inizia a Malta, nel campo-ghetto di Hal Far, dove in venticinque vivono sotto una tenda o dentro un container. C'e' chi vi e' nato, c'e' chi sta per nascervi: il posto e' un passaggio obbligato per i profughi africani. Quindi a Lampedusa, dove diventa ogni giorno piu' evidente la rabbia per una nuova stagione turistica in bilico. Il centro di prima accoglienza dell'Isola e' stato incendiato, il porto e' stato definito scalo non sicuro, ma i flussi migratori verso l'Italia sono gia' ricominciati portandosi dietro un drammatico bilancio di morti.

La gente di Lampedusa chiede certezze per il futuro. Di migrazioni Lucilla Alcamisi parlera' con Domenico Chirico, direttore di Un ponte per. Infine due storie di donne, raccolte dagli operatori del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo dell'Onu, l'Ifad. In Ghana e Ruanda, con il sostegno internazionale, Faustina e Bernardette sono uscite dalla crisi puntando tutto sulla terra. Un segnale di grande interesse in zone dove sono presenti guerre, malattie e migrazioni.

(ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA