Wuf:A Napoli da 150 paesi per futuro delle citta'

Presidente Napolitano atteso per apertura evento Onu

09 luglio, 17:39

(Ansamed) NAPOLI, 9 LUG - Passera' anche da Napoli l'idea di citta' del futuro che si sta formando nel mondo. La citta' si sta ifatti preparando per accogliere i circa 5000 delegati dal oltre 150 paesi che prenderanno parte dall' 1 al 6 settembre al World Urban Forum, organizzato dall'Onu attraverso UN-Habitat, l'agenzia delle Nazioni Unite per gli insediamenti urbani con sede a Nairobi, in Kenya. Ad oggi sono 3738 i delegati che hanno gia' confermato il loro arrivo in citta', da 150 paesi. Massiccia la presenza africana con 956 delegati dalla Nigeria, 143 dal Kenya, 112 dall'Uganda e 109 dal Ghana. Tra gli altri paesi presenti i maniera piu' massiccia a Napoli, oltre all'Italia che conta gia' 143 delegati confermati, spiccano gli Usa (135 delegati), l'India (104) e Iran (101). ''Ci aspettiamo almeno 4 o 5 capi di stato - ha spiegato oggi Umberto Siola, responsabile scientifico dell'evento - e speriamo che ci sia il nostro presidente della repubblica Napoliutano per l'apertura ufficiale dell'evento in prgramma il 3 settembre''. Il Wuf, che si svlgera' alla Mostra d'OLtremare, coprira' infatti le giornate del 3, 4 e 5 settembre. L'1 settembre ci sara' l'inaugurazione delle mostre nei padiglioni della Mostra 'Oltremare, mentre il 2 settembre ci saranno degli incontri dedicati ai temi della donna e dei giovani nell'ambito ello sviluppo urbano, incontri sviluppati dall'organizzazione napoletana in collaborazione con i sindacati. Il 3 settembre ci sara' poi la cerimonia di apertura al mattino con il via agli eventi nel pomeriggio, tra cui un incontro tra i sindaci di diverse citta' del mondo a cui ha gia' conferato la propria presenza il primo cittadino di Giacarta, in Indonesia. Il 6 settembre ci sara' poi la cerimonia di chiusura.

Entrambe le cerimonie si svolgeranno all'Arena Flegrea, al'internmod ella Mostra d'Oltremare, struttura che ''garantisce anche una migliore sicurezza per i tanti esponenti di spicco dei governi di tutto il mondo ttesi a Napoli'', ha spiegato Siola. Pochi i delegati provenienti dai paesi arabi, anche se Siola ha fatto notare ''un forte interesse degli emiri di Dubai e dell'Arabia Saudita nei confronti dei temi che verranno affrotnati a Napoli''. Siola ha confermato che ci saranno degli esponenti della penisola arabica che potranno anche ''intessere a Napoli importanti relazioni di business con gli imprenditori locali''. Oltre che la Regione Campania e il Comune di Napoli, anche la Provincia di Napoli ha annunciato la sua partecipazione dal Wuf e curera': ''Un evento - ha spiegato Siola - dedicato a uno dei tempi piu' sensibili per la citta' di Napoli in questo momento, cioe' la nascita della citta' metropolitana a cui spero possa intervenire anche il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca''. Anche la Regione e il Comune di Napoli organizzeranno un loro evento. In ueste settimane sono state contattate le universita' campane che porganizeranno decine di incontri e dibattiti sul futuro urbano nelle sedi dei rispettivi atenei, allargando a tutta la citta' il discorso del Forum. Tra gli incontri evidenziati da Siola ce ne sara' uno con la partecipazione degli imprenditori, tra cui il presidente del Cis di Nola Gianni Punzo, sul rapporto tra risorse pubbliche e private nella trasformazione urbana, e un convegno organizzato in collaborazione con l'Accademia di San Luca a cui parteciperanno grandi architetti e storici dell'architettura come Kenneth Frampton e Bohigas.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA