Trasporti: a Reggio meeting su progetto europeo Polite

Fedele, puntiamo su partenariati con sponda Sud Mediteranneo

22 giugno, 10:58

(ANSAmed) - CATANZARO, 22 GIU - Si e' svolto a Reggio Calabria il meeting di avvio del progetto comunitario Polite - 'Policy Learning in Information Technologies for Public Transport Enhancement', organizzato dall'Assessorato all'Internazionalizzazione e Cooperazione di cui la Calabria e' capofila.

Oltre ai vari partner del progetto - informa una nota dell'ufficio stampa della giunta regionale -, ai lavori hanno preso parte l'assessore all'Internazionalizzazione e ai Trasporti Luigi Fedele, il sindaco di Reggio Calabria Demetrio Arena, il dirigente generale del dipartimento regionale ai lavori pubblici Giovanni Lagana', il dirigente del settore trasporti Giuseppe Pavone, l'amministratore unico dell'Atam Vincenzo Filardo e il dirigente del settore cooperazione Valeria Scopelliti. Il progetto, nato esclusivamente con lo scopo di migliorare le politiche relative alla gestione di sistemi informativi per i viaggiatori attraverso lo sviluppo di metodologie di trasporto intelligenti, ha inteso promuovere l'uso del trasporto pubblico per mezzo di iniziative che puntano ad accrescere la consapevolezza degli utenti, favorendo la discussione a livello politico e lo scambio di conoscenze e giuste pratiche sull'info-mobilita'.

Nel quadro, infatti, degli obiettivi dell'assessorato rientra il rafforzamento della presenza della Regione Calabria nei partenariati internazionali di cooperazione ed il miglioramento delle politiche per i trasporti. Tematiche che sono affrontate sinergicamente dal progetto.

''Sin dalle prime programmazioni - ha detto l'assessore Fedele - la Regione ha puntato molto sulla creazione di partenariati internazionali, anche con la sponda Sud del Mediterraneo, alla ricerca di soluzioni innovative, ai problemi strutturali che quotidianamente i cittadini affrontano, in un'ottica pienamente europea e coerente, da ultimo, con gli obiettivi delle strategie di Lisbona e Goteborg. In questo contesto, le Politiche dei Trasporti rappresentano una sfida importante per la Regione, con lo scopo di migliorare la qualita' della vita dei cittadini per rendere realmente accessibile un territorio fortemente impegnativo da un punto di vista orografico, rafforzando tanto i trasporti esterni, come quello marittimo, quanto quelli interni''.

''Ecco perche' - ha aggiunto - occorre investire sui sistemi di trasporto 'intelligenti', che utilizzano le nuove tecnologie in piattaforme interattive e che intendono ottimizzare e modernizzare il sistema di trasporto urbano. Questo modo di operare appare una scelta vincente, come testimoniano, tra l'altro, le sperimentazioni in altre realta' europee. In una regione come la Calabria dove l'uso della vettura supera la media europea, l'amministrazione punta ad una ristrutturazione generale del sistema di trasporto urbano, la pianificazione di soluzioni per il consolidamento dei servizi di trasporto pubblico, promuovendo l'info-mobilita' e incoraggiando la 'mobilita' lenta', portando le misure dissuasive di trasporto individuali a ottimizzare l'uso della macchina. L'adozione di queste misure significa migliorare l'ambiente urbano e la qualita' dei cittadini di vivere''.

La regione Calabria con Polite dimostra, quindi, di utilizzare al meglio le opportunita' messe a disposizione dall'Unione Europea, puntando sinergicamente su due settori (cooperazione e trasporti) che, dal confronto con esperienze di stampo europeo, possono massimizzare i vantaggi dello scambio di buone prassi.(ANSAmed)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA